Angelo Manna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Angelo Manna

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature IX, X
Gruppo
parlamentare
MSI-DN
Collegio Napoli
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale
Titolo di studio laurea in giurisprudenza
Professione giornalista

Angelo Manna (Acerra, 8 giugno 1935Napoli, 11 giugno 2001) è stato un giornalista, politico e poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza, ha lavorato dal 1960 al 1971 per Il Mattino. Successivamente, ha condotto per diversi anni sull'emittente televisiva locale Canale 21 il programma televisivo Il Tormentone. Ha partecipato insieme ad altri giornalisti all'ideazione di Cronache dal mondo.

Candidato indipendente nelle liste del MSI, nel 1983 è stato eletto deputato fino al 1987, e subentrando nel 1988 nella successiva tornata elettorale. Restò deputato fino al 1992.[1]

È stato autore anche di scritti di storia e di letteratura di stampo meridionalistico, con particolare riferimento alla realtà napoletana. Fra i suoi titoli si ricorda L'Inferno della Poesia Napoletana (pubblicato nel 1974), un'antologia di poesie napoletane contenute anche in un audiolibro nel quale furono recitate dall'attore Aldo Giuffré. È famoso anche per aver presentato una interpellanza parlamentare, il 4 marzo 1991 con la quale chiedeva un'inchiesta sui presunti abusi nella repressione della violenze del brigantaggio nel meridione negli anni immediatamente seguenti l'Unità d'Italia. [2][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN189162279 · ISNI (EN0000 0003 8532 0371 · LCCN (ENn87857273 · GND (DE158527011