Amityville: Il risveglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Amityville - Il risveglio)
Amityville: Il risveglio
Amityville - The Awakening.png
Una scena del film
Titolo originale Amityville: The Awakening
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2017
Durata 87 min[1]
Genere orrore
Regia Franck Khalfoun
Sceneggiatura Franck Khalfoun
Produttore Jason Blum, Daniel Farrands e Casey La Scala
Produttore esecutivo Jeanette Brill, Randall Emmett, Ted Fox, George Furla, Steve B. Harris, Avi Lerner, Paul Mason, Mark Moran, Jeff Rice, Couper Samuelson, Matthew Stein, Alix Taylor, Bob Weinstein, Harvey Weinstein e Steve Whitney
Casa di produzione Blumhouse Productions, Dimension Films, Miramax e Panic Ventures
Fotografia Steven Poster
Montaggio Patrick McMahon
Effetti speciali Melissa Jimenez, Jeff Miller, Dirk Rogers e Chad Baalbergen
Musiche Robin Coudert
Scenografia David Lazan
Costumi Mairi Chisholm
Trucco Iris Abril, Jessica Lou Allen, Cary Ayers, Quinten Cifelli, Steve Costanza, Brian Kinney, Sava Markovic, Lorraine Martin, Mike McCarty, Mark Shostrom e Robert Vinter (non accreditato)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Amityville: Il risveglio[2] (Amityville: The Awakening) è un film del 2017 diretto da Franck Khalfoun.

Si tratta del diciottesimo film della saga di Amityville.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per risparmiare soldi per le cure del figlio malato, Joan si trasferisce con i figli Belle, Juliet e James in una nuova casa situata al numero 112 di Ocean Avenue, nella cittadina di Amityville.

Belle inizierà ben presto ad essere evitata e derisa dai compagni di scuola e sarà l'amico Terrence a rivelarle che la causa del loro comportamento è dovuta al fatto che tutti credono che la casa dove la ragazza vive sia infestata da spiriti maligni i quali avrebbero spinto, diversi anni prima, un ragazzo a sterminare la sua famiglia. Tormentata da incubi e strani fenomeni, tra i quali la miracolosa guarigione del fratello, Belle inizia a sospettare che ci sia qualcosa di vero nelle voci che aleggiano sulla sua dimora.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'idea originale di questo film era un film completamente diverso intitolato Amityville: The Lost Tapes. La Dimension Films e la Miramax avrebbero dovuto produrlo insieme, mentre Casey La Scala e Daniel Farrands avrebbero dovuto sceneggiarlo; la trama doveva ruotare intorno ad una ambiziosa conduttrice televisiva che, con una una squadra di giornalisti, sacerdoti e ricercatori del paranormale, avrebbe compiuto un'indagine sui fatti bizzarri conosciuti come l'Orrore di Amityville.[3]

Franck Khalfoun venne chiamato a dirigere il film e le riprese iniziarono nell'estate e sarebbero dovute essere terminate entro il 27 gennaio 2012. In un comunicato stampa, Bob Weinstein dichiarò “Siamo entusiasti di tornare alla mitologia di Amityville Horror con una nuova e terrificante visione che soddisferà i nostri appassionati e introdurrà anche un pubblico completamente nuovo a questo fenomeno popolare.”[4] Tuttavia dopo alcuni ritardi il progetto del film venne annullato e Casey La Scala e Daniel Farrands furono costretti a riscrivere una nuova sceneggiatura per un film differente. Nel marzo 2014 il film riscritto venne reintitolato Amityville.[5]

Sempre nel marzo 2014, Jennifer Jason Leigh e Bella Thorne entrarono a far parte del cast.[6][7][8] In aprile Thomas Mann, Taylor Spreitler e Cameron Monaghan entrarono a far parte del cast.[9] Nel febbraio 2016 Bella Thorne was spotted filming re-shoots for the film.[10]

Marketing[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 agosto del 2014 venne rilasciato un trailer del film con il nuovo ed ufficiale titolo Amityville: The Awakening.[11] Il 16 febbraio 2016 vennero rilasciati un nuovo trailer ed un poster del film.[12]

Il 7 marzo 2016 uno spot televisivo pubblicitario del film è andato in onda durante la quarta stagione di Bates Motel prima che il giorno seguente fosse annunciato che il film sarebbe uscito nei cinema il 6 gennaio 2017.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita nei cinema del film era stata originariamente prevista per il 2 gennaio 2015.[13] Tuttavia, nel settembre 2014, la data di uscita venne cancellata.[14] Nel maggio del 2015 venne annunciato che il film sarebbe stato rilasciato il 15 aprile 2016.[15] Quando la Filmyard Holdings vendette la Miramax al beIN Media Group il 2 marzo 2016, la Miramax non era più una delle case di produzione di Amityville: The Awakening.[16][17] La data di uscita del film venne fissata al 1 aprile 2016,[18][12] ma venne posticipata causa di risposte negative ad un test di screening. La data di uscita venne così fissata al 6 gennaio 2017.[19] Il 16 dicembre 2016, a poche settimane dalla data di uscita del film, il 6 gennaio 2017, il film è stato nuovamente posticipato al 30 giugno 2017.[20] Il 7 giugno 2017 il film è stato nuovamente cancellato dalla lista dei film in uscita della Dimension. La data di uscita deve ancora essere determinata.[21]

Nonostante questo, il film è già uscito nei cinema in Ucraina e in America Centrale il 27 luglio 2017, dove ha incassato 580.466 dollari in 830 cinema. Il film è stato distribuito nelle Filippine il 2 agosto 2017. In Italia il film uscirà nei cinema il 23 agosto 2017.

Citazioni di altri film[modifica | modifica wikitesto]

Nel film sono mostrati i DVD di tre film della saga di Amityville: Amityville Horror, Amityville Possession e Amityville Horror.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AMC Theatres: Amityville: The Awakening, su AMC Theatres. URL consultato il 3 dicembre 2016.
  2. ^ http://www.imdb.com/title/tt1935897/
  3. ^ The Amityville Horror..., shocktillyoudrop. URL consultato il 23 settembre 2015.
  4. ^ Ghost Theory The Amityville Horror: The Lost Tapes, Ghost Theory.
  5. ^ “LOST TAPES” To Remain So; Newly Titled “AMITYVILLE” Opens January 2015, Fangoria. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  6. ^ Jeff Sneider, Disney Channel Star Bella Thorne Set for New ‘Amityville’ Horror Movie (Exclusive), TheWrap.com, 22 marzo 2014. URL consultato il 22 marzo 2014.
  7. ^ Mike Fleming, Jr, Fox Sets David James Kelly To Script Next ‘Wolverine’, bloody-disgusting.com, 22 marzo 2014. URL consultato il 22 marzo 2014.
  8. ^ Director and Cast Revealed for New Amityville Film, ComingSoon.net, 22 marzo 2014. URL consultato il 22 marzo 2014.
  9. ^ Steve Barton, Exclusive: Thomas Mann and Taylor Spreitler Check Into the Amityville House, su Dread Central, 4 aprile 2014. URL consultato il 4 aprile 2014.
  10. ^ Bella Thorne Re-shoots Scenes for Amityville : The Awakening, Beautifulballad.org, 12 febbraio 2016. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  11. ^ Edward Douglas, Watch the Trailer for Amityville: The Awakening, ComingSoon.net, 22 agosto 2014. URL consultato il 23 maggio 2015.
  12. ^ a b Coming Soon, Bella Thorne is Haunted in the Amityville: The Awakening Trailer, Comingsoon.net, 16 febbraio 2016. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  13. ^ Angie Han, Amityville: The Awakening Trailer Opens a New Chapter of an Old Franchise, Slashfilm.com, 22 agosto 2014. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  14. ^ Dimension Films Reshuffling Release Dates for Demonic and Amityville, comingsoon.net. URL consultato il 20 settembre 2014.
  15. ^ Brad Miska, ‘Amityville’ Won’t Haunt Until 2016, BloodyDisgusting.com, 21 maggio 2015. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  16. ^ Anita Busch, Miramax Acquired By Qatar-Based beIN Media Group, deadline.com, 2 marzo 2016.
  17. ^ title, beinmediagroup.com.
  18. ^ 'Amityville' Won't Haunt Until 2016, Bloody-disgusting.com. URL consultato il 23 maggio 2015.
  19. ^ 'Amityville: The Awakening' Pulled From Release By Dimension Films? - Bloody Disgusting!, bloody-disgusting.com, 8 marzo 2016.
  20. ^ Derek Andderson, New Summer 2017 Release Date for AMITYVILLE: THE AWAKENING, su Daily Dead. URL consultato il 16 dicembre 2016.
  21. ^ Anthony D'Alessandro, ‘Amityville: The Awakening’ Moves Off Summer Schedule, deadline.com, 7 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Amityville: Il risveglio, in Internet Movie Database, IMDb.com.

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema