Americo Giuliani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vecchia Roma: Ponte Rotto ed Isola Tiberina. Acquerello di Roesler Franz

Americo Giuliani, o più raramente Amerigo (Rosciolo dei Marsi, 2 gennaio 1888Roma, 7 marzo 1922), è stato un poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco della passatella in un'incisione di Bartolomeo Pinelli del 1831

Giuliani nacque a Rosciolo dei Marsi, frazione del comune di Magliano de' Marsi (in provincia dell'Aquila), nel 1888. Trasferitosi a Roma e impiegato in un botteghino del lotto, compose canzoni (versi e musica)[1] e poesie romanesche, spesso patetiche e di presa facile e immediata.[2]

Una di queste, il monologo Er fattaccio, con il celebre incipit: «Sor delegato !.. io nun so' un bojaccia!»,[3] raggiunse vasta fama e fu interpretato, sempre richiesto e gradito dal pubblico del varietà e dell'avanspettacolo, da celebri attori romani: da Alfredo Bambi, che lo portò per primo al successo, al più recente Gigi Proietti. Sempre da Er fattaccio, nel 1952, fu tratto un film omonimo, diretto da Riccardo Moschino e interpretato da Marisa Merlini, Otello Toso, Carlo Tusco e altri.[4] Un altro suo monologo, La passatella,[5][6] fu il cavallo di battaglia dell'attore Brugnoletto.[7][8]

Altre composizioni: Lo schiaffo, L'orloggio. Suo è anche l'inno patriottico Il Canto dei mutilati[9].

Malato di tubercolosi,[10] morì, in giovane età, a trentaquattro anni, nel 1922.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La canzone Capinera venne interpretata con successo dalla cantante napoletana Elvira Donnarumma (1888-1933) tanto da venir soprannominata capinera napulitana.
  2. ^ Claudio Rendina, Storie della città di Roma, pp. 430-31, Roma, Newton & Compton editori, 2007. ISBN 978-88-541-0392-4.
  3. ^ Il delegato dell'epoca può essere equiparato all'odierno Commissario di polizia. Nel componimento si allude a Francesco Ripandelli, delegato del rione Trastevere al tempo dei bulli, fra i quali primeggiava Romeo Ottaviani detto er Tinea, er più de Trastevere.
  4. ^ Roberto Chiti, Roberto Poppi, Enrico Lancia, Dizionario del cinema italiano, pag. 151.
  5. ^ Gioco tradizionale, praticato nelle osterie romane, che si concludeva sovente con liti e accoltellamenti.
  6. ^ Nel monologo sono citati personaggi reali, noti bulli quali: Nello de Ponte, Toto dell'Armata, er Manciola. Vedi Bartolomeo Rossetti, I bulli di Roma, Roma, Tascabili Economici Newton, 1996, pag. 58. ISBN 88-8183-416-2. Ad Augusto Negri, detto er Manciola, dedica diverse pagine, Riccardo Mariani nel suo I (veri) bulli di Roma, Roma, Nuova Spada, 1983.
  7. ^ Nome d'arte (che gli attribuì Trilussa) di Giuseppe Ciocca, comico del café chantant e padre dell'attrice Pinuccia Nava. Nel Dizionario Romanesco di Fernando Ravaro, Newton Compton Editori, 2005, alla voce omonima si riporta: «Nomignolo dato a un ragazzetto bruno, paffuto, di piccola statura». Filippo Chiappini, nel suo Vocabolario romanesco, Edizione Il cubo, 1992, riporta solo la variante femminile brugnoletta con analogo significato.
  8. ^ Claudio Rendina, opera citata, pag. 430.
  9. ^ Il Canto dei mutilati
  10. ^ Carlo di Sandro, Rosciolo dei Marsi - Personaggi e uomini illustri (Sito citato in Collegamenti esterni)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Torna al paesello : versi e musica di Americo Giuliani, Napoli, Emilio Gennarelli, 1914
  • Er fattaccio, La passatella, Lo schiaffo, Napoli, Emilio Gennarelli, 1917
  • Pe mamma, Er destino, In trincea, Napoli, Emilio Gennarelli, 1917
  • Sott'ar lampione, Fiore ner fango, Er medajone, Napoli, Emilio Gennarelli, 1917
  • Capinera : versi e musica di Americo Giuliani, Napoli, Emilio Gennarelli, 1918
  • Piccola fioraia : versi e musica di Americo Giuliani, Napoli, Emilio Gennarelli, 1918
  • Povere donne : versi e musica di Americo Giuliani, Napoli, Emilio Gennarelli, 1918
  • Er bullo innamorato, Serenata dispettosa, La campanella, C'è la guerra ed altre poesie, Napoli, Emilio Gennarelli, 1919
  • Bacio de sangue, Vendicata, Serenata tragica, Er ballo della morte, Napoli, Emilio Gennarelli, 1919
  • Per chi fa l'amore : versi e musica di Americo Giuliani, Napoli, Emilio Gennarelli, 1919
  • L'americana : [canto e piano] : versi e musica di Amerigo Giuliani, Napoli, Tipografia G. Tavassi, 1920
  • 50 stornelli romani d'amore... di gelosia... d'odio... di passione... : scritti per il popolo da Americo Giuliani, Napoli, Emilio Gennarelli, 1921
  • Confessione!!, La canzone del mare, Leggenda pastorale, Insonnia, Napoli, Emilio Gennarelli, 1922

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305385440 · SBN CUBV077024 · WorldCat Identities (ENviaf-305385440
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie