Alfonso Traina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alfonso Traìna (Palermo, 24 giugno 1925) è un filologo classico (latinista), professore emerito di Letteratura latina dell'Università di Bologna, membro dell'Accademia dei Lincei, dell'Accademia Nazionale Virgiliana e socio onorario dell'Accademia Pascoliana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua lunga carriera di latinista e docente universitario si è interessato in particolar modo di Seneca, con la monografia su Lo stile drammatico del filosofo Seneca (1974) e con varie traduzioni, nonché di poeti dell'età repubblicana come Catullo, Orazio e Virgilio: di quest'ultimo, oltre alla traduzione delle Bucoliche (2012), sono rilevanti alcune sue interpretazioni, come quella degli ultimi due versi della prima bucolica o l'analisi della Pietas nel XII libro dell'Eneide. Importanti sono inoltre i suoi studi sul latino arcaico di Livio Andronico, con attenzione alla di lui versione espressionista dell'Odissea (Vortit barbare, 1970), e la sua traduzione dei frammenti superstiti di Sesto Turpilio (2013).

Alfonso Traina è stato uno dei primi latinisti italiani a studiare la produzione latina di autori moderni (nei 5 volumi di Poeti Latini (e neolatini), 1975-98) e specialmente di Giovanni Pascoli, al quale egli ha dedicato larga parte della propria attività scientifica con il Saggio sul latino del Pascoli (1961) e con edizioni e traduzioni di molte delle operette latine pascoliane.

Il Traina ha pubblicato anche diverse opere di carattere linguistico, come la Morfologia latina, la Sintassi normativa della lingua latina (1965-66) e, con Giorgio Bernardi Perini, la Propedeutica al latino universitario (1971-72); da ricordare anche i suoi saggi L'alfabeto e la pronunzia del latino (1957) e Forma e suono (1977).

Nel 1999 ha vinto il Praemium Classicum Clavarense.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Esegesi e sintassi. Studi di sintassi latina, Padova, Liviana, 1955.
  • L'alfabeto e la pronunzia del latino, Bologna, R. Patron, 1957.
  • Comoedia. Antologia della Palliata, Padova, CEDAM, 1960.
  • Saggio sul latino del Pascoli, Padova, Antenore, 1961.
  • Sintassi normativa della lingua latina, 3 voll., Bologna, Cappelli, 1965-66 (con Tullio Bertotti).
  • G. Pascoli, Pomponia Graecina, Introduzione, traduzione e note esegetiche a cura di A. Traina, Bologna, R. Patron, 1967.
  • G. Pascoli, Saturae, Introduzione, testo, commento e appendice a cura di A. Traina, Firenze, La Nuova Italia, 1968.
  • F. Stolz (et al.), Storia della lingua Latina, Traduzione di Carlo Benedikter, Introduzione e note di A. Traina, Bologna, R. Patron, 1968.
  • Vortit barbare. Le traduzioni poetiche da Livio Andronico a Cicerone, Roma, Edizioni dell'Ateneo, 1970.
  • Seneca, La brevità della vita, Commento di A. Traina, Torino, E. Loescher, 1970.
  • Morfologia latina, Bologna, Cappelli, 1970.
  • Propedeutica al latino universitario, 2 voll., Bologna, R. Patron, 1971-72 (con Giorgio Bernardi Perini).
  • Il latino del Pascoli. Saggio sul bilinguismo poetico, Firenze, Le Monnier, 1971.
  • Lo stile "drammatico" del filosofo Seneca, Bologna, R. Patron, 1974.
  • Poeti latini (e neolatini). Note e saggi filologici, 5 voll., Bologna, R. Patron, 1975-98.
  • Seneca. Letture critiche, a cura di A. Traina, Milano, Mursia, 1976.
  • Forma e suono, Roma, Edizioni dell'Ateneo & Bizzarri, 1977.
  • G. Pascoli, Reditus Augusti, Introduzione, testo, commento e appendice a cura di A. Traina, Firenze, La Nuova Italia, 1978.
  • G.B. Pighi, Scritti pascoliani, a cura di A. Traina, Roma, Edizioni dell'Ateneo, 1980.
  • Catullo, I canti, Introduzione e note di A. Traina, Traduzione di Enzo Mandruzzato, Milano, Rizzoli, 1982.
  • Seneca, Fedra, Traduzione di A. Traina, Siracusa, Istituto nazionale del dramma antico, 1983.
  • G. Pascoli. Poemi cristiani, Introduzione e commento di Alfonso Traina, Traduzione di Enzo Mandruzzato, Milano, Rizzoli, 1984.
  • G. Pascoli. Thallusa, Introduzione, testo, traduzione e commento a cura di A. Traina, Bologna, R. Patron, 1984.
  • Adolfo Gandiglio. Un "grammatico" tra due mondi, Bologna, R. Patron, 1985.
  • Orazio, Odi e Epodi, Introduzione di A. Traina. Traduzione e note di Enzo Mandruzzato, Milano, Rizzoli, 1985.
  • Supplementum Morelianum, Bologna, R. Patron, 1986 (con Monica Bini).
  • Seneca, Le consolazioni. A Marcia; Alla madre Elvia; A Polibio, Introduzione, traduzione e note di A. Traina, Milano, Rizzoli, 1987.
  • G. Albini, Carmina inedita, a cura di A. Traina, Bologna, CLUEB, 1988.
  • Seneca, Medea; Fedra, Premessa al testo, introduzione e note di Giuseppe Giliberto Biondi, Traduzione di A. Traina, Milano, Rizzoli, 1989.
  • G. Pascoli, Giugurta (Iugurtha), a cura di A. Traina, Venezia, Marsilio, 1990.
  • Autoritratto di un poeta, Venosa, Osanna, 1993.
  • Seneca, La brevità della vita, Introduzione, traduzione e note di A. Traina, Milano, Rizzoli, 1993.
  • Appendix Pascoliana, a cura di A. Traina e Patrizia Paradisi, Bologna, R. Patron, 1993.
  • G. Pascoli, Storie di Roma, Introduzione e note di A. Traina, Traduzione di Paolo Ferratini, Milano, Rizzoli, 1994.
  • Virgilio. L'utopia e la storia. Il libro XII dell'Eneide e antologia delle opere, Torino, E. Loescher, 1997.
  • Seneca, La provvidenza, Introduzione, testo, traduzione e note a cura di A. Traina, Milano, Rizzoli, 1997.
  • Attis: l'ambiguo sesso. Lettura catulliana, Padova, Imprimitur, 1997.
  • L'avvocato di Dio. Colloquio sul «De providentia» di Seneca, a cura di A. Traina, Bologna, R. Patron, 1999.
  • La lyra e la libra. Tra poeti e filologi, Bologna, R. Patron, 2003.
  • Chiaroscuro. Versi e versioni, a cura di Ivo Iori, Parma, Monte Università Parma, 2010.
  • Seneca lirico, Introduzione e traduzione di A.Traina, Chianciano Terme, Le Onde, 2011.
  • Virgilio, Le bucoliche, Introduzione e commento di Andrea Cucchiarelli, Traduzione di A. Traina, Roma, Carocci, 2012.
  • Il singhiozzo della tacchina e altri saggi pascoliani, Bologna, R. Patron, 2012.
  • Sesto Turpilio, I frammenti delle commedie tradotti e annotati da A. Traina, Bologna, R. Patron, 2013.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte
— Roma, 17 maggio 1996[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66479482 · SBN: IT\ICCU\CFIV\030481 · GND: (DE119535815 · BNF: (FRcb12019580p (data)