Alessio Lega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessio Lega
Alessio Lega Siena 2010.JPG
Alessio Lega durante un concerto a Siena nel 2010
NazionalitàItalia Italia
GenereCanzone popolare
Musica d'autore
Periodo di attività musicale1996 – in attività
Album pubblicati10
Studio8
Live2
Sito ufficiale

Alessio Lega (Lecce, 26 settembre 1972) è un cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a scrivere canzoni nel 1985 esordendo in queste vesti nel 1988. Trasferitosi a Milano, comincia nel 1997 un'attività concertistica in feste di piazza, biblioteche, centri sociali e circoli culturali italiani. Anarchico dichiarato, Lega compone canzoni "politiche" e d'amore che nei concerti alterna a pezzi di famosi cantautori francesi come Léo Ferré e Jacques Brel.

Proprio il binomio tra amore e politica gli ha valso, nel 2004 la Targa Tenco come miglior opera prima per l'album Resistenza e amore, realizzato assieme ai Mariposa.

È anche il primo cantante a partecipare nel 2006 all'iniziativa del sito Bielle "Libera musica in libero stato" mettendo "Resistenza e amore" in libero download su internet. Molti dei suoi brani sono ascoltabili e scaricabili dal suo sito.

Nel 2006 esce il suo secondo disco: Sotto il pavé la spiaggia che contiene versioni italiane inedite di cinque cantautori francesi, Brassens, Brel, Léo Ferré, Leprest e Renaud. Agli arrangiamenti del disco collaborano i Mokacyclope.

Nel 2007 esce il terzo album, il primo dal vivo, intitolato "Zollette" dal titolo del brano dedicato al giornalista Enzo Baldoni ucciso in Iraq nel 2004. Il disco è stato registrato il 10 marzo 2006 all'auditorium comunale di Ponteranica e vede il rinnovo della collaborazione con i Mokacyclope.

Nel 2008 esce un Ep, E ti chiamaron matta co-firmato da Rocco Marchi, da sempre suo collaboratore, arrangiatore e spalla, in studio come sul palco. Questo Ep rappresenta la reincisione di un disco del 1971 di Gianni Nebbiosi, prodotto allora da Giovanna Marini per i Dischi del Sole. Una nuova versione del disco verrà rilasciata nel 2018: il booklet sarà arricchito dagli scritti dello psicoterapeuta Piero Cipriano e ci sarà una nuova lunga ballata con la partecipazione di Ascanio Celestini, dedicata al maestro elementare Franco Mastrogiovanni, morto durante un TSO.

In seguito a questo Ep esce il libro Canta che non ti passa al quale è allegato un nuovo album, arrangiato dal contrabbassista Roberto Bartoli, dal titolo Compagnia cantante, contenente traduzioni di artisti francofoni, ispanici e slavi e distribuito sotto licenza Creative Commons e reso disponibile gratuitamente sul web.

Dal 2008 è uno dei collaboratori della rivista musicale Musica leggera. Tiene una rubrica su A/Rivista Anarchica in cui tratta di musica.

Nel 2012 partecipa al festival internazionale di cultura anarchica à Saint Imier, Svizzera.

Nel marzo del 2013 esce il suo sesto disco Mala Testa per il quale, a Carrara, vince il Premio Lunezia Canzone d'Autore 2013 per la qualità Musical-Letteraria.

Il 29 giugno 2013 partecipa al concerto per l'indipendenza della Catalunya "Concert per la Llibertat", cantando la canzone di Lluís Llach "Abril 74".

Il 26 settembre 2015 riceve il Premio "Civilia - Cantacronache", conferito dall'Associazione "Civilia - Cultrura, parole e musica".

Dall'aprile 2016 è uno dei collaboratori di Vinile, rivista edita da Sprea Editori[1]. Nello stesso anno esce un'altra raccolta live, AlbumConcerto, registrata dal vivo con i Malfattori.

Nel 2017 esce Mare Nero, un nuovo disco di inediti.

Nel 2018 partecipa all'album Powerillusi & Friends dei Powerillusi, eseguendo il brano La voglia di non lavorare (con l'accompagnamento di Rocco Rosignoli al mandolino e Guido Baldoni alla fisarmonica).

Alla fine dell'anno esce per Squilibri Editore l'opera più ambiziosa di Alessio Lega: Nella Corte dell'Arbat - Le canzoni di Bulat Okudžava. Si tratta di una raccolta di canzoni di uno dei più grandi poeti-cantautori russi del secolo scorso, tradotte da Alessio (con l'ausilio della slavista Giulia De Florio) e interpretate in italiano. Il disco gli è valso la Targa Tenco 2019 come Miglior Interprete.


Fra gli spettacoli di Alessio Lega, insieme ai suoi musicisti Guido Baldoni, Rocco Marchi e Francesca Baccolini, ce ne sono alcuni dedicati a importanti personalità della cultura italiana: Franco Fortini, Fabrizio De Andrè, Ivan Della Mea e Paolo Ciarchi.

I progetti live più ambiziosi sono 100 anni di canzone d'autore e Vinili: in entrambi i casi, Alessio Lega (voce e chitarra) e Guido Baldoni (fisarmonica e voce) ripercorrono la storia della musica italiana d'autore attraverso cinque concerti e più di cento canzoni.


Oltre all'attività di cantautore, Alessio Lega ne porta avanti anche una come scrittore.

Nel 2015 sono usciti sia la raccolta di poesie Carta Canta (per Sartoria Utopia), sia la biografia di Bakunin (per Eleuthera), intitolata: Bakunin, il demone della rivolta.

A maggio 2019, invece, è uscita per Agenzia X la prima biografia di Ivan Della Mea, scritta da Alessio Lega in occasione del decennale del cantastorie milanese. Si intitola: La nave dei folli, vita e canti di Ivan Della Mea.


Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio


Collaborazioni


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN268137137 · ISNI (EN0000 0003 8323 471X · LCCN (ENn2013007746 · WorldCat Identities (ENn2013-007746