Agusta A103

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Agusta A103
rara Immagine di un A 103 in volo di prova
rara Immagine di un A 103 in volo di prova
Descrizione
Tipo elicottero leggero
Equipaggio 1 pilota
Costruttore Italia Agusta (ora AgustaWestland)
Data primo volo ottobre 1959
Dimensioni e pesi
Lunghezza 6,13 m
Altezza 2,3 m
Diametro rotore 7,4 m
Superficie rotore 43 m2
Peso max al decollo 460 kg
Propulsione
Motore 1 Motore a cilindri contrapposti Agusta MV-GA70
Potenza 85 shp
Prestazioni
Velocità max 150 km/h
Autonomia 450 km
Tangenza 2 000 m

[senza fonte]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia

L'Agusta A103 era un elicottero leggero monoposto sviluppato come iniziativa privata della Agusta nel 1959, equipaggiato con un motore prodotto dalla stessa casa.

Il velivolo faceva parte dello sforzo inventivo e produttivo espresso dalla casa italiana per ritagliarsi un proprio posto nel panorama aeronautico mondiale, partendo dalla esperienza acquisita dalla collaborazione con la americana Bell. Insieme allo A103, venne proposta anche la versione biposto, l'A104, propulso da un motore più potente, l' 1MV da 140 HP anch'esso della Agusta.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

L'elicottero aveva la classica configurazione "pod & boom", con un trave di coda all'estremità del quale si trovava il rotore anticoppia, protetto da un pattino. L'elica bipala con barra stabilizzatrice sovrastava la bolla in materiale plastico simile a quella dell'AB-47 con delle aperture laterali non protette da portiere. Non vi era carenatura a protezione del motore e la fusoliera era dotata di pattini tubolari[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.aviastar.org/helicopters_eng/agusta-103.php www.aviastar.org - Agusta A.103

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione