Aeroporto di Barra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Barra
Barra Airport.JPG
Il terminal aeroportuale visto dalla spiaggia della baia
Codice IATABRR
Codice ICAOEGPR
Descrizione
TipoCivile
GestoreHighlands and Islands Airports Limited
StatoRegno Unito Regno Unito
   Scozia Scozia
Area di consiglioEbridi Esterne Ebridi Esterne
CittàBarra
Altitudine AMSLm
Coordinate57°01′25″N 7°26′30″W / 57.023611°N 7.441667°W57.023611; -7.441667Coordinate: 57°01′25″N 7°26′30″W / 57.023611°N 7.441667°W57.023611; -7.441667
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Scozia
EGPR
EGPR
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
07/25799 x 60 mSabbia
11/29680 x 46 m mSabbia
15/33846 x 46 m mSabbia
Statistiche (2015)
Passeggeri in transito10 658
Movimenti aeromobili1 034
UK AIP in NATS[1]
Statistiche da UK Civil Aviation Authority[2]

L'Aeroporto di Barra (in gaelico scozzese: Port-adhair Bharraigh, (IATA: BRRICAO: EGPR) è un aeroporto a pista breve (STOLport) situato nella larga baia di Traigh Mhòr, nel lembo settentrionale dell'isola di Barra, nelle Ebridi Esterne, in Scozia. È il solo aeroporto al mondo la cui pista di atterraggio è costituita da una spiaggia.[3] Lo scalo è amministrato dalla Highlands and Islands Airports Limited, gestore della gran parte degli aeroporti regionali in Scozia e nelle isole della costa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto di Barra venne realizzato nel 1936 contemporaneamente all'aeroporto di Gatwick, all'epoca un piccolo terminal nelle vicinanze di un ippodromo nel Sussex; fra i promotori alcuni pionieri del volo commerciale come Fresson, Sword e Nicholson che ritenevano che le isole scozzesi avessero da beneficiare molto da collegamenti aerei con i continente[4]. Subito una compagnia scozzese cominciò a offrire voli su richiesta verso Barra e il 7 agosto 1936 il Ministero dell'Aviazione britannico autorizzò l'operatività dello scalo[4]. La compagnia Loganair operò la rotta Glasgow-Tiree-Barra per conto di British Airways dalla apertura di questa rotta nel 1974 e poi in proprio dal 1975 al 1994 allorquando la Loganair cedette la rotta alla Highland and Islands Airports Limited[4].

Il luogo è stato scelto negli anni come teatro per diverse produzioni televisive e cinematografiche[4].

Infrastruttura[modifica | modifica wikitesto]

Uno Short Skyvan sulla "pista" dell'aeroporto.

Lo scalo è costituito da un unico terminal aeroportuale che integra anche la torre di controllo mentre la spiaggia è attrezzata con tre piste poste disposte a triangolo, segnate da pali permanenti in legno alle estremità, con orientamento 07/25, 11/29 e 15/33, e le cui dimensioni sono rispettivamente 799 m di lunghezza per 60 m di larghezza, 680 x 46 m e 846 x 46 m[1][5]. Questo permette quasi sempre ai DHC-6 Twin Otter che utilizzano l'aeroporto di atterrare nel vento. Con l'alta marea, queste piste d'atterraggio sono sott'acqua: i tempi di volo cambiano quindi con le maree[6]. Alcuni voli di emergenza utilizzano occasionalmente l'aeroporto di notte, con luci montate su veicoli per illuminare la pista e con strisce riflettenti appoggiate sulla spiaggia.[7]

Un DHC-6 Twin Otter della compagnia aerea scozzese Loganair esibisce la livrea della British Airways all'aeroporto di Barra.

L'Aeroporto di Barra ha servito nel 2011 circa 10 000 passeggeri [8] e non è attrrezzato per il servizio notturno.[9]

A tutto il 2017 la compagnia aerea a basso costo Flybe opera voli da e per l'aeroporto di Glasgow con dei Twin Otter.[10].

La spiaggia è normalmente aperta al pubblico quando non vi sono operazioni di volo, e frequente meta di raccoglitori di molluschi[11].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Wick - EGPC [collegamento interrotto], su NATS, http://www.nats-uk.ead-it.com/public/index.php.html. URL consultato il 5 febbraio 2017.
  2. ^ (EN) Airport data 2015, su NATS. URL consultato il 5 febbraio 2017.
  3. ^ Barra Airport, Highlands and Islands Airports Limited. URL consultato il 6 aprile 2009 (archiviato il 22 marzo 2009).
  4. ^ a b c d History of Barra, su hial.co.uk. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  5. ^ http://www.isleofbarra.com/barraairport.htm Barra Airport
  6. ^ http://www.scotland.org/features/barra-airport Barra Airport
  7. ^ Stephen Khan, Dogfight over Barra to keep air link open, in The Observer, 10 novembre 2002. URL consultato il 4 maggio 2009.
  8. ^ https://www.theguardian.com/uk/gallery/2011/sep/05/barra-scotland-airport-on-beach su The Guardian
  9. ^ Civil Aviation Authority Aerodrome Ordinary Licences.
  10. ^ https://www.flybe.com/cheap-flights/barra/airport/Barra[collegamento interrotto] Airport Guide
  11. ^ l'aeroporto su scotland.org 9 febbraio 2017, su scotland.org.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN156373270