Érin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Érin
comune
Érin – Stemma
(dettagli)
Érin – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneAlta Francia
DipartimentoBlason département fr Pas-de-Calais.svg Passo di Calais
ArrondissementArras
CantoneSaint-Pol-sur-Ternoise
Territorio
Coordinate50°26′N 2°13′E / 50.433333°N 2.216667°E50.433333; 2.216667 (Érin)Coordinate: 50°26′N 2°13′E / 50.433333°N 2.216667°E50.433333; 2.216667 (Érin)
Superficie6,28 km²
Abitanti196[1] (2009)
Densità31,21 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale62134
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE62303
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Érin
Érin

Érin è un comune francese di 196 abitanti situato nel dipartimento del Passo di Calais nella regione dell'Alta Francia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Guillaume d'Erin, signore di Érin, combatté e morì nella battaglia di Azincourt nel 1415.[2]

Prima guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Durante la prima guerra mondiale, il quartier generale delle truppe corazzate (Tank Corps) dell'esercito britannico, posto agli ordini del tenente colonnello Hugh Elles e dei capitani Giffard Le Quesne Martel e Frederick Hotblack, si stabilì nell'ottobre del 1916 nel vicino castello di Bermicourt. Lo stato maggiore decise di aprire a Érin le officine per la riparazione e manutenzione dei carri armati inglesi, i Central Workshop and Stores.[3] Il sito, destinato ad ospitare 1.200 soldati e 25 ufficiali, rimase attivo fino al 1921. Dall'agosto 1917, tre compagnie di 500 operai cinesi arrivano nella regione del Ternois per lavorare in queste officine. La notte tra il 24 e il 25 marzo del 1918, aerei tedeschi bombardarono le strutture, uccidendo quattro lavoratori. Il Groupe de recherches historiques des ateliers des tanks (GRHAT), nel 2018 si è offerto di acquistare l'edificio del vecchio municipio e la scuola di Erin, per creare un museo sulla storia dei Central Workshops and Stores.

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Durante la seconda guerra mondiale, l'esercito nazista costruì due rampe di lancio per V1, una sulla strada Bermicourt-Érin, l'altra tra Érin e Fleury.[4]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Blason Érin.svg

Lo stemma di Érin si blasona:

«inquartato: nel 1º e 4º d'argento, a tre fasce di rosso; nel 2º e 3º d'argento, a tre asce da bottaio di rosso ordinate in banda; sul tutto d'oro, al vepre sradicato di rosso.»

Lo stemma comunale unisce le fasce e le asce da bottaio (doloires) della famiglia De Croÿ e il vepre (créquier) dei De Créqui. Questo stemma, adottato agli inizi degli anni 1990, ricorda il matrimonio di Marie-Anne de Créqui, figlia dell'ultimo barone d'Érin, con Balthazar de Croÿ (†1728); unione che fece entrare il territorio di Érin tra le proprietà della famiglia De Croÿ.[5]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ (FR) Azincourt 1415 : d'où venaient les chevaliers français morts à la bataille?, su france3-regions.francetvinfo.fr. URL consultato il 19 gennaio 2020.
  3. ^ (FR) Sur la route des tanks britanniques… (PDF), su static.kap-tourisme.fr. URL consultato il 19 gennaio 2020.
  4. ^ Laurent Bailleul, Les sites V1 en Flandres et en Artois, su sitesv1du-nord-de-la-france.com. URL consultato il 19 gennaio 2020.
  5. ^ Erin (Pas de Calais), su armorialdefrance.fr. URL consultato il 19 gennaio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN154333191
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia