Yootha Joyce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Yootha Joyce Needham (Wandsworth, 20 agosto 1927Londra, 24 agosto 1980) è stata un'attrice britannica, star della televisione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce nei primissimi anni sessanta dapprima in teatro, nella compagnia Joan Littlewood's Theatre Workshop, nella quale trovò come compagni di lavoro Sean Connery, Michael Caine e Brian Murphy (suo futuro marito nella finzione televisiva).

Conosce un buon successo in diverse serie televisive, tra cui Corrigan Blake, del 1963, Benny Hill, 1964, Z cars, The Wednesdey play del 1968 e Dixon of Dock Green del 1969. Nel 1973 interpreta per la prima volta la signora Roper nella serie Un uomo in casa (Man About the house), accanto a Brian Murphy.

Si fa notare anche al cinema: nel 1966 è nel film di Fred Zinnemann Un uomo per tutte le stagioni (A Man for All Seasons) e nel 1971 nel discreto horror Mercanti di carne umana (Burke and Hare).

George & Mildred[modifica | modifica wikitesto]

Dalla "costola" di Un uomo in casa, durata 3 anni, nasce nel 1976 la famosissima serie George e Mildred, che si incentra sulla vita dei coniugi Roper, già apparsi come co-protagonisti nella serie sopracitata. George Roper, pigro, svogliato e perennemente disoccupato, ama stare sulla poltrona di casa a leggere e guardare la tv, mentre la più ambiziosa Mildred vuole crearsi un'aura di rispettabilità, ma anche per colpa del carattere del marito non riuscirà mai nell'intento. Sposati da 25 anni vivono in una austera villetta in un quartiere di Londra, dove i vicini, i coniugi Fourmile, li sopportano, nel bene e nel male. La serie andrà avanti per ben 5 stagioni, per un totale di una quarantina di episodi.

Il declino fisico[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante nella finzione televisiva fosse il marito ad avere il vizio dell'alcol, nella realtà era proprio la Joyce ad avere problemi di alcolismo. Fin da giovane amava bere un bicchiere ogni tanto, ma durante le ultime stagioni di George & Mildred il vizio degenerò: si dice che si fosse ridotta a bere mezza bottiglia di brandy al giorno. L'assunzione massiccia di alcolici portò la Joyce a contrarre una grave forma di epatite, che la condusse a un veloce deperimento fisico e poi alla morte, avvenuta nell'estate del 1980.

Quando chiuse gli occhi per sempre, al suo capezzale c'era l'attore Brian Murphy, suo marito nella finzione, che le era rimasto accanto per tutto il periodo della malattia.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

L'attrice, che non ebbe figli, si sposò una volta sola, nel 1956, con il collega Glynn Edwards, dal quale si separò nel 1968.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 24316133

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie