Xiphophorus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Xiphophorus
Xiphophorus helleri Xiphophorus variatus
Sopra: maschio di Xiphophorus helleri
sotto: femmina di Xiphophorus variatus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cyprinodontiformes
Sottordine Cyprinodontoidei
Famiglia Poeciliidae
Sottofamiglia Poeciliinae
Genere Xiphophorus
Heckel, 1848

Il genere Xiphophorus comprende 28 specie di pesci d'acqua dolce appartenenti alla famiglia dei Poeciliidae, sottofamiglia Poeciliinae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Le specie del genere Xiphophorus sono diffuse nelle acque tropicali e subtropicali dell'America centrale e meridionale, dal Messico al Brasile.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Queste pesci presentano un corpo allungato e snello, piuttosto compresso ai fianchi. Il dimorfismo sessuale è spesso ben visibile, con maschi più colorati e snelli delle femmine. In alcune specie il maschio presenta sulla coda un'escrescenza a forma di spada nella parte bassa della coda.
La livrea varia da specie a specie.
Le dimensioni variano da 3,5 a 16 cm, secondo la specie.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Come le altre specie della famiglia Poeciliidae, i maschi - dotati di gonopodio - fecondano internamente le femmine che, dopo un periodo di incubazione delle uova, partorisco piccoli vivi appena dopo la schiusa, che avviene internamente. Non vi sono cure parentali: gli avannotti sono già indipendenti alla nascita, capaci di scatti fulminei per sfuggire ad eventuali predatori.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutrono di piccoli pesci, insetti, vermi e alghe.

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Xiphophorus helleri, X. maculatus e X. variatus sono tra le specie di acquario più comuni: il loro successo è dovuto alla facilità d'allevamento e di riproduzione, che ha permesso la creazione di decine di varietà esptremamente colorate.

Genetica[modifica | modifica wikitesto]

Le specie del genere Xiphophorus sono regolarmente usate per studi genetici, dove vengono utilizzati ibridi delle varie specie[1]. Lo Xiphophorus Genetic stock center fondato dal biologo Myron Gordon nel 1939 è un'importante fonte di questi pesci per la ricerca[2]

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende 28 specie[3].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Xiphophorus Genetic Stock Center - Galleria Ibridi. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  2. ^ Xiphophorus Genetic Stock Center, About us/Introduction. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  3. ^ Xiphophorus, elenco specie su FishBase. URL consultato il 16 febbraio 2015.
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci