Walther P99

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walther P99
Walther P99 9x19mm.png
Tipo Pistola semiautomatica
Origine Germania Germania
Impiego
Utilizzatori Forze di polizia in Germania
Produzione
Progettista Walther
Date di produzione Dal 1996 ad oggi
Varianti P99AS (Anti Stress), P99QA (Quick Action), P99DAO (Double Action Only), P99C (Compact)
Descrizione
Peso da 0,630 a 0,655 kg.
Lunghezza 180 mm
Lunghezza canna 102 mm
Calibro 9 mm, 10 mm
Munizioni 9 × 19 mm Parabellum o 9 × 21 mm IMI e .40 SW
Azionamento Azione singola e doppia
Velocità alla volata 355 m/s(9mm Para-9mmx21 IMI), 290 m/s(.40S&W)
Tiro utile utile 40-80m
Alimentazione caricatore con capienza da 12 a 16 cartucce a seconda del calibro
Organi di mira Regolabili

Modern Firearms.ru[1]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

La pistola Walther P99 è la più recente ed innovativa tra le armi corte della casa tedesca di Ulm. Il progetto nasce nel 1994 e l'arma viene immessa nel mercato nel 1996.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

carrello bloccato e/o arma scarica

La principale caratteristica è quella del fusto in tecnopolimero, mentre il carrello è completamente in acciaio. Viene prodotta in calibro 9x19 o 9 × 21 mm IMI e .40 SW, con caricatori bifilari rispettivamente da 16 e 12 cartucce.

Pur essendo una "full size" l'arma è molto compatta, leggera (il peso varia da 630 a 655 gr. scarica, secondo il calibro) e sottile (solo 29 mm di spessore), grazie, oltre al fusto in tecnopolimero, anche allo sgancio ambidestro del caricatore tramite due levette allineate al ponticello del grilletto, al percussore lanciato (per cui non vi è il cane), sganciabile tramite un pulsante posizionato in linea con il carrello, non sporgente e azionabile con un semplice movimento del pollice (unica difficoltà per i mancini). In questa condizione l'arma può essere portata con il colpo in canna in relativa sicurezza; non è visibile il classico punto rosso sporgente del percussore (tastabile anche al buio), ma la sicura interna impedisce di sparare immediatamente: al primo sparo si riarma il percussore con una trazione del grilletto completa di 14 mm. Dopodiché si passa dalla doppia alla singola azione, con corsa del grilletto uguale ma "alleggerita" fino agli ultimi 5 mm che, da quel punto, richiede una pressione maggiore. Con il colpo in canna il percussore si può anche velocemente riarmare, e torna ad essere visibile e sporgente, con una trazione del carrello di circa 10 mm.

La polizia tedesca ha in dotazione una particolare fondina che permette il riarmo rapido prima dell'estrazione dell'arma: in pratica il peso della mano che si appoggia sulla pistola provoca un piccolo avanzamento del carrello sufficiente al riarmo.
Anche se la finestra d'espulsione è centrale, non classicamente laterale (forse rievocando l'antenata Luger) il bossolo viene spinto a destra dall'unghia d'estrazione; comunque questa scelta tecnica e l'assenza di sicure, leve e chiavistelli "tradizionali" contribuisce a ridurre la sezione e conferisce all'arma un particolare design.

Viene fornita con mira posteriore regolabile (dx/sin), quattro tacche anteriori di diversa altezza ed impugnatura facilmente adattabile a tutte le mani con tre misure diverse della sezione posteriore. È inoltre predisposta per l'aggancio della torcia per la visione notturna o del mirino a raggio laser.

Uso[modifica | modifica sorgente]

La P99 viene utilizzata da varie polizie tedesche. In Italia viene utilizzata principalmente dalle Polizie Municipali, per esempio dalle Polizia Municipali di Bressanone, Brunico, Perugia.

La P99 nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Walther P99 pistol (Germany). URL consultato il 27 dicembre 2012.
  2. ^ Casino Royale (2006). URL consultato il 16 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]