Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Walid Jumblatt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walid Jumblatt

Walid Jumblatt (in arabo: وليد جنبلاط, Walīd Junbulāṭ o Janbulaṭ; Beirut, 7 agosto 1949) è un politico libanese, nonché uno dei massimi leader della comunità drusa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Kamal Jumblatt, studiò sia nella sua città natale sia in Francia.
La politica non era tra i suoi principali interessi, ma dopo la morte di suo padre, avvenuta nel 1977, guida la sua comunità ed entra a far parte della guerra civile libanese scoppiata nel 1975.
Inizialmente si schiera con la Siria e con i miliziani dell'OLP per combattere le falangi cristiano-maronite.

La sua alleanza con la Siria verrà rimarcata anche quando quest'ultima combatterà contro il Generale Michel Aoun.

Finita la guerra civile Walid diviene un importante politico con il suo partito denominato PSP, ossia Partito Sociale Progressista e sarà anche ministro dei lavori pubblici.

Con il tempo i suoi legami con la Siria divengono sempre meno solidi e si arresteranno con la morte di Hafiz al-Asad.

Con l'uccisione di Rafiq al-Hariri nel 2005 Walid diventa un nemico giurato della Siria accusandola più volte di voler destabilizzare il Libano.

Attualmente Walid Jumblatt fa parte della coalizione al governo, detta del 14 marzo.