Vagina artificiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.

E' definita vagina artificiale un dispositivo analogo all'organo sessuale femminile, previo inserimento del pene in erezione, permette il raggiungimento dell'orgasmo e successiva eiaculazione. E' realizzato in due tipologie, una per uso veterinario, impiegata per l'inseminazione artificiale, l'altra costituente un giocattolo sessuale.

Uso veterinario[modifica | modifica wikitesto]

Cavalletto per la monta dei cavalli con vagina incorporata usato nel prelievo del seme da destinare all' inseminazione artificiale

Sono impiegate in aziende agricole nei programmi di inseminazione artificiale e nei centri di raccolta di sperma animale e le sue applicazioni, la vagina per questo uso è realizzata tenendo conto delle caratteristiche anatomiche dell'animale.

Gli apparecchi di raccolta possono avere aspetto diverso, in genere sono costituiti da un tubo interno sterile e un guscio esterno rigido, per ottenere i risultati migliori, il tubo interno può contenere acqua calda per simulare la temperatura corporia naturale, un filtro separa il seme dall'acqua.

Uso umano[modifica | modifica wikitesto]

Vagine artificiali

Può essere progettata per la ricerca medica oppure come giocattolo sessuale, usata dall'uomo per la masturbazione. E' solitamente in gomma o materiale morbido (lattice, silicone,) e viene usata penetrandola con il pene in erezione, simulando un rapporto sessuale, fino al raggiungimento dell'orgasmo ed eiaculazione.

Solitamente vengono usati lubrificanti per ridurre l'attrito tra il pene e le pareti interne della vagina artificiale.

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

Realistico[modifica | modifica wikitesto]

Questo tipo è modellato sul reale aspetto dei genitali femminili. A scopo di marketing alcuni produttori la progettano come esatta replica della vulva di qualche famosa attrice pornografica. La somiglianza con la fisiologia naturale dell'organo sessuale femminile è molto marcata, vengono simulati ossa del pube, peli pubici, monte di Venere, grandi labbra, anche le pareti interne sono dotate di varie nervature, pieghe naturali, creste, imene, tutto per fornire la senzazione di massimo piacere. Alcuni modelli replicanti l'intero bacino della donna, comprendono natiche e l'orificio anale, permettendo di simulare anche il rapporto anale.

In Giappone, le onacups sono popolari vagine artificiali monouso con lubrificante già incorporato.

A vibrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sono vagine artificiali simili alle precedenti, con aggiunta di un dispositivo vibrante, solitamente un bulbo vibrante con funzioni di movimento varie, inseribile in una cavità prevista e facilmente rimovibile, normalmente sono dotati di un telecomando a filo.

Vagina improvvisata[modifica | modifica wikitesto]

Nel gergo carcerario, una "fifi" si riferisce a una vagina artificiale improvvisata, realizzata tirando i lembi di un sacco della spazzatura o preservativo, all'interno di un asciugamano, utilizzando crema per le mani come lubrificante.

Materiali[modifica | modifica wikitesto]

I modelli più semplici hanno l'aspetto di un manicotto in plastica con l'apertura per l'introduzione del pene sagomata a vulva, i materiali impiegato sono morbidi e cedevoli, silicone, lattice, i modelli più realistici impiegano polimeri termoplastici a memoria di forma, i quali, composti in una struttura a strati differenziati, permettono di imitare al massimo la pelle naturale.


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]