USS Lexington (CV-16)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USS Lexington (CV-16)
La USS Lexington durante gli anni sessanta
La USS Lexington durante gli anni sessanta
Descrizione generale
Flag of the United States.svg
Tipo Fleet Aircraft Carrier (CV)
Attack Aircraft Carrier (CVA)
ASW Aircraft Carrier (CVS)/portaerei da addestramento (CVT)/AVT-16
Classe Essex
Proprietà Flag of the United States.svg United States Navy
Cantiere Fore River Shipyard
Impostata 15 luglio 1941
Varata 23 settembre 1942
Entrata in servizio 17 febbraio 1943
Radiata 8 novembre 1991
Destino finale nave museo in Texas
Caratteristiche generali
Dislocamento standard: 27.535 t
a pieno carico: 37.391 t
Lunghezza sulla linea di galleggiamento: 250,4 m
complessiva: 265,7 m
Larghezza sulla linea di galleggiamento: 28,3 m
complessiva: 45 m
Altezza 28,4 m
Pescaggio standard: 8,8 m
a pieno carico: 10,4 m
Ponte di volo 274 x 45 mm
Propulsione 8 caldaie
4 turbine ad ingranaggio Westinghouse
150.000 CV (su 4 alberi motore)
Velocità 32,7 nodi  (60,5 km/h)
Autonomia 15.000 n.mi. a 12 nodi (27.780 km a 22,2 km/h)
Equipaggio 3448 uomini
Armamento
Artiglieria 12 cannoni da 12,7 cm L/38 Sk (8 in torri doppie, 4 in affusti singoli)
68 cannoni da 40 mm AA in affusti quadrupli
62 mitragliere da 20 mm AA in affusti singoli
Mezzi aerei da 90 a 100 aerei
3 ascensori (1 laterale, 2 al centro)

dati tratti da [1]

voci di portaerei presenti su Wikipedia

La USS Lexington (hull classification symbol CV/CVA/CVS-16) era una portaerei degli Stati Uniti d'America della classe Essex. Nell'ottobre 1952 le venne assegnato il nuovo numero di identificazione CVA-16

All’atto della posa in chiglia, avvenuta il 15 luglio 1941 presso il cantiere navale di Fore River Shipyard, era previsto di nominarla Cabot. A causa dell’affondamento della USS Lexington (CV-2), avvenuto il 15 settembre 1942, venne deciso che la nave in costruzione assumesse il nome di quest'ultima. Il varo della nave avvenne il 17 agosto 1943, mentre l’assunzione in servizio avvenne il 24 novembre 1943.

Guerra nell'Oceano Pacifico[modifica | modifica wikitesto]

La USS Lexington, "The Blue Ghost", con la sua livrea mimetica di tipo Measure 21 nel tardo 1943.

La nave venne data per affondata dai giapponesi varie volte, fatto che le guadagnò il nomignolo di Blue ghost (fantasma blu).

Il periodo della guerra fredda[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine della seconda guerra mondiale, la nave venne sottoposta ad una serie di aggiornamenti tecnici, come il ponte di volo angolato, la sostituzione delle catapulte ed altri ancora, che la mantennero operativa per lungo tempo, con gli aggiornamenti denominati SCB-27,SCB-125 e SCB-144. La nave venne radiata nel 1991, ultimo esemplare della classe Essex in servizio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lexington V in DANFS - history.navy.mil. URL consultato il 3 luglio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gino Galuppini, La portaerei: storia tecnica e immagini dalle origini alla portaerei atomica, 1ª ed., Arnoldo Mondadori Editore, novembre 1979.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]