Toyen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Toyen nel 1930

Marie Čermínová, meglio conosciuta come Toyen (Praga, 21 settembre 1902Parigi, 9 novembre 1980), è stata una pittrice e illustratrice ceca, anche redattrice e membro del movimento surrealista.

Nel 1922 adottò lo pseudonimo Toyen, derivato da citoyen, termine francese per "cittadino".[1] Dopo un primo periodo cubista, espresso in una serie di quadri naïf dai soggetti esotici, entrò a far parte del gruppo surrealista di Praga, che contribuì a fondare.[2]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1919 al '20 frequentò la Scuola di Belle Arti di Praga. Molto attiva nel mondo artistico praghese, fu membro del gruppo d'avanguardia Devětsil.

Lavorò spesso a stretto contatto con il poeta ed artista surrealista Jindřich Štyrský, con il quale visse a Parigi fra il 1925 e il 1928. A Parigi strinse legami artistici con André Breton e Paul Eluard. Nel 1934 fondò il gruppo surrealista cecoslovacco insieme a Štyrský, Jindřich Heisler e Karel Teige.

Forzata a nascondersi durante l'occupazione nazista e durante la seconda guerra mondiale, si stabilì a Parigi prima che i comunisti conquistassero la Cecoslovacchia nel 1948. Lavorò qui con Breton e con Benjamin Péret.

Toyen si riferiva a se stessa al maschile e i suoi disegni erano spesso erotici.

Morì nel 1980 e venne sepolta nel Cimitero dei Batignolles, a Parigi.

Nel 2005 il regista ceco Jan Nemec ha girato un film ispirato alla vita della pittrice Toyen, che è stata interpretata dall'attrice Zuzana Stivínová.

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biro & Passeron
  2. ^ Colvile
  3. ^ citato da Biro & Passeron, p. 406
  4. ^ disegno. Citato da Biro & Passeron, p. 406
  5. ^ disegno
  6. ^ olio su tela, 109 × 52,5 cm. Colvile, p. 286
  7. ^ riprodotto su Biro & Passeron, p. 406
  8. ^ olio su tela, 68,2 × 104,5 cm. Collezione particolare. Riprodotto su Colvile, p. 288
  9. ^ olio su tela, 51 × 150 cm. Dallas, collezione particolare. Riprodotto su Colvile, p. 289
  10. ^ olio su tela, 100 × 60 cm. Riprodotto su Colvile, p. 287
  11. ^ collezione particolare. Riprodotto su Biro & Passeron, p. 406

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 112174326 LCCN: n50034328