Torre di Leandro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La torre vista da Üsküdar, sulla sponda asiatica

La torre di Leandro (in Turco: Kiz Kulesi, sign. "Torre della ragazza"), si trova su un piccolo isolotto situato all'ingresso sud del Bosforo, 200 m al largo della costa asiatica presso Üsküdar, ad Istanbul, Turchia.

Fu costruita in legno dall'imperatore Bizantino Alessio I nel 1110 per sbarrare l'ingresso del Bosforo con una catena di ferro tesa fra la torre stessa ed un'altra torre posta sulla spiaggia del quartiere di Manganae, a Costantinopoli.[1] Fu poi oggetto di numerosi restauri da parte degli ottomani, finché nel 1763 fu eretta in pietra.[1] È chiamata Torre di Leandro perché associata erroneamente al mito di Ero e Leandro, che invece ebbe come teatro i vicini Dardanelli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Müller-Wiener (1976), p. 334

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Wolfgang Müller-Wiener, Bildlexikon zur Topographie Istanbuls: Byzantion, Konstantinupolis, Istanbul bis zum Beginn d. 17 Jh, Tübingen, Wasmuth, 1977. ISBN 9783803010223.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura