Stygimoloch spinifer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Stygimoloch
Stato di conservazione: Fossile
Stygimoloch spinifer.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Superordine Dinosauria
Ordine Ornithischia
Sottordine Marginocephalia
Infraordine Pachycephalosauria
Famiglia Pachycephalosauridae
Genere Stygimoloch
Specie S. spinifer
Nomenclatura binomiale
Stygimoloch spinifer
Galton & Sues, 1983

Lo stigimoloch (Stygimoloch spinifer) era un dinosauro erbivoro vissuto nel Cretaceo superiore (Maastrichtiano, circa 68-65 milioni di anni fa) in ciò che è ora il Nordamerica occidentale. Il paleontologo John Horner ha ipotizzato che si tratti della forma sub-adulta del genere Pachycephalosaurus. Sempre secondo Horner, Dracorex sarebbe invece la forma giovanile.

Una "cupola" con sei spine[modifica | modifica sorgente]

Questo bizzarro dinosauro era un rappresentante dei dinosauri dalla testa a cupola e, come molti suoi simili, possedeva una volta cranica eccezionalmente ispessita e arrotondata. La caratteristica distintiva di Stygimoloch era data da sei lunghe spine che circondavano la parte posteriore di questa struttura, conferendo all'animale un aspetto davvero spaventoso. La stessa volta cranica, comunque, era stranamente alta e stretta. Questa complicata "attrezzatura" potrebbe essere stata usata per riconoscere i membri della sessa specie, in modo da aiutare un animale a riconoscere i propri compagni. I maschi, inoltre, potevano combattersi l'un l'altro per la supremazia del territorio o del branco. Fino a poco tempo fa si pensava che questi dinosauri, come gli odierni bighorn, cozzassero testa contro testa fino a quando uno dei contendenti non si fosse arreso. Tuttavia, la mancanza di segnali di danneggiamento sui crani ha portato alcuni scienziati a ritenere che i combattimenti non avvenisero in questo modo. Un'ipotesi vedrebbe i maschi di Stygimoloch tentare di colpire le regioni più molli e deboli del corpo dell'avversario.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]