Star Wars Kid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Star Wars Kid è un fenomeno di Internet[1][2][3] relativo ad un video di uno studente canadese di una scuola superiore che brandisce una mazza da golf come se si trattasse di una spada laser del franchise fantascientifico Star Wars.

Origini del video e pubblicazione[modifica | modifica sorgente]

Il 4 novembre 2002, uno studente canadese realizzò un video di sé stesso mentre oscillava una mazza da golf intorno sé stesso come un'arma. Il video fu girato in uno studio della sua scuola superiore, ed il nastro fu lasciato all'interno di uno scantinato. Come si può vedere dagli ultimi istanti del filmato, esso fu realizzato sovrascrivendo la registrazione di una partita di pallacanestro. Il video fu successivamente rinvenuto da alcuni studenti e postato su internet con il titolo Jackass_starwars_funny.wmv[4], finendo per diventare un vero fenomeno mediatico[5] Il video è apparso per la prima volta in internet il 14 aprile 2003.[6]. Successivamente fu diffusa una versione modificata del video, a cui era stata aggiunta la colonna sonora di Star Wars e vari effetti speciali. Al 27 novembre 2006, è stato stimato da The Viral Factory che il video sia stato visto oltre 900 milioni di volte.[7] Al 2010, la prima copia del video postata su YouTube ha ricevuto oltre venti milioni di visualizzazioni.[8]

Questioni legali[modifica | modifica sorgente]

Nel luglio 2003, la famiglia dello studente ha intentato una causa di circa 250.000 dollari contro le famiglie di quattro compagni di scuola del ragazzo, colpevoli di aver diffuso il video[9]. Nella querela veniva dichiarato che il ragazzo "aveva dovuto sopportare, e perdura ancora oggi, le vessazioni e lo scherno dai suoi compagni di scuola e del grande pubblico" e "sarà sotto cura psichiatrica per un ammontare di tempo indefinito"[10]. Un procedimento legale contro una delle quattro famiglie è stato rapidamente risolta[6]. L'azione legale era stata prevista per l'inizio del 10 aprile 2006, ma il 7 aprile, il ragazzo e i suoi genitori hanno raggiunto un accordo amichevole con gli imputati.[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005, CNET ha citato il video Star Wars Kid come l'ottavo nella classifica Web Fads list[11], mentre nel 2007, lo show televisivo trasmesso da G4, Attack of the Show, ha giudicato il filmato come il numero 1 tra i video più diffusi di tutti i tempi[12]. È stato inoltre classificato al secondo posto nella classifica Top 40 Celebrities Internet stilata da VH1, subito dietro Gary Brolsma[13]. Il caso ha sollevato questioni di privacy, ed è stato ampiamente riportato dai mass media di tutto il mondo, tra cui The New York Times, CBS News, GMTV e BBC News[14].

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Il video e la sua popolarità successiva hanno generato numerose parodie e molti riferimenti in vari programmi televisivi, fra cui alcuni episodi di The Venture Bros., American Dad, Arrested Development - Ti presento i miei, Ned - Scuola di sopravvivenza, Cory alla Casa Bianca e South Park.

Nel 2006, il comico Stephen Colbert ha avviato un concorso dal titolo Stephen Colbert's Greenscreen Challenge. Colbert ha presentato video di sé stesso in piedi di fronte a un green screen, mentre brandisce una spada laser giocattolo per combattere in maniera abbastanza teatrale dei nemici immaginari, nel modo di Star Wars Kid. Il video è stato quindi affidato ai telespettatori affinché lo modificassero e lo migliorassero come meglio credevano. Il risultato migliore sarebbe stato poi il vincitore del concorso. Al concorso ha partecipato persino George Lucas che presentò una sua versione elaborata del video a cura di Industrial Light and Magic[15].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Jessica Bennett, Internet Memes, #5: The Star Wars Kid in Newsweek. URL consultato il 7 marzo 2014.
  2. ^ (EN) 'Star Wars Kid' becomes unwilling Internet star in USA Today, 21-22 agosto 2003. URL consultato il 7 marzo 2014.
  3. ^ (EN) Star Wars Kid is top viral video in BBC News, 27 novembre 2006. URL consultato il 7 marzo 2014.
  4. ^ (EN) Le retour du "Star Wars Kid" / L'Islande contre-attaque in Le Nouvel Observateur, 4 giugno 2010. URL consultato il 7 marzo 2014.
  5. ^ (EN) William Wei, WHERE ARE THEY NOW? The 'Star Wars Kid' Sued The People Who Made Him Famous in Business Insider, 12 maggio 2010. URL consultato il 7 marzo 2014.
  6. ^ a b c (EN) Tu Thanh Ha, 'Star Wars Kid' cuts a deal with his tormentors in The Globe and Mail (Trois-Rivières), 7 aprile 2006. (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2006).
  7. ^ (EN) Star Wars Kid is top viral video in BBC News, 27 novembre 2006. URL consultato il 7 marzo 2014.
  8. ^  Jim Love. (EN) Star Wars Kid. YouTube, 15 gennaio 2006. URL consultato in data 7 marzo 2014.
  9. ^ (EN) Tu Thanh Ha, Parents file lawsuit over Star Wars Kid video in The Globe and Mail (Montreal), 23 luglio 2003-22 aprile 2009. URL consultato il 7 marzo 2014.
  10. ^ (EN) Helen A. S. Popkin, Survive your inevitable online humiliation in NBC News, 6 settembre 2007. URL consultato il 7 marzo 2014.
  11. ^ (EN) Molly Wood, Top Ten Web Fads, CNET. (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2008).
  12. ^ (EN) Dana Vinson, Top 25 Viral Videos of All Time!, G4, 25 aprile 2007. URL consultato il 7 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2007).
  13. ^ (EN) 40 Greatest Internet Superstars, VH1. URL consultato il 7 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2007).
  14. ^ (EN) Amy Harmon, Compressed Data; Fame Is No Laughing Matter for the 'Star Wars Kid' in The New York Times, 19 maggio 2003. URL consultato il 7 marzo 2014.
  15. ^ (EN) Annie Wu, Stephen Colbert's green screen challenge has a winner!, tvsquad.com, 18 ottobre 2006. URL consultato il 1º gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2006).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Web Portale Web: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Web