Robben Island

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robben Island
Robben Island
Robbeneiland
Robben Island vista dalla Table Mountain
Robben Island vista dalla Table Mountain
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Atlantico
Coordinate 33°48′24″S 18°21′58″E / 33.806667°S 18.366111°E-33.806667; 18.366111Coordinate: 33°48′24″S 18°21′58″E / 33.806667°S 18.366111°E-33.806667; 18.366111
Superficie 5,07 km²
Geografia politica
Stato Sudafrica Sudafrica
Provincia Provincia del Capo Occidentale
Distretto West Coast
Municipalità locale Swartland
Cartografia
Robbenisland.png
Mappa di localizzazione: Sudafrica
Robben Island

[senza fonte]

voci di isole del Sudafrica presenti su Wikipedia
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Robben Island
(EN) Robben Island
SafrikaIMG 8414.JPG
Tipo Culturali
Criterio (iii) (vi)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1999
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Robben Island (in afrikaans Robbeneiland) è un'isola del Sudafrica. Si trova nella Table Bay, 12 km al largo di Città del Capo. Il nome originale olandese "Robbeneiland" (in seguito anglicizzato in "Robben Island") significa "isola delle foche", con riferimento alla popolazione di otarie che si trovava sull'isola quando vi giunsero i primi europei. L'isola è stata dichiarata nel 1999 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La cava dove venivano fatti lavorare i prigionieri

Robben Island è pressappoco circolare e estesa circa cinque chilometri. È pianeggiante e si trova solo a pochi metri sopra il livello del mare, a causa di antichi fenomeni di erosione. Geologicamente, è composta soprattutto da rocce metamorfiche del periodo Precambriano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Robben Island fu abitata inizialmente migliaia di anni fa da uomini dell'età della pietra, in un tempo in cui il livello del mare era considerevolmente inferiore rispetto a oggi e l'isola si poteva raggiungere a piedi dalla costa continentale. Verso la fine dell'ultima Era glaciale, lo scioglimento delle antiche calotte polari fece innalzare il livello del mare e la terra intorno all'isola fu allagata dall'oceano.

Sin dalla fine del XVII secolo, Robben Island venne adibita dai coloni europei a carcere; tra i suoi primi ospiti fissi c'erano capi politici provenienti da varie colonie olandesi, inclusa l'Indonesia.

Dal 1836 al 1931 l'isola fu utilizzata come colonia per lebbrosi, e nel XX secolo divenne tristemente nota come carcere per prigionieri politici nel periodo dell'apartheid. Famosi tra questi vi furono Nelson Mandela, Walter Sisulu, Govan Mbeki e Robert Sobukwe. L'autobiografia di Mandela, Lungo cammino verso la libertà, dedica molti capitoli alla descrizione della vita nella prigione di Robben Island. Nel periodo in cui l'isola fu una prigione, le misure di sicurezza erano molto rigide ed era vietato l'accesso a quasi tutti i civili, pescatori inclusi. Negli anni i prigionieri si organizzarono: per migliorare la loro permanenza nell'isola, fondarono delle squadre di calcio, con campionati regolamentati e una federazione interna (Makana Football Association), come racconta il film Molto più di un gioco. Prima degli anni ottanta, quasi nessun capetoniano aveva mai visto l'isola.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Quando gli Olandesi arrivarono nella zona circa 400 anni fa, i soli animali presenti sull'isola erano foche e uccelli. L'uomo in seguito introdusse specie non endemiche come una piccola antilope e tartarughe giganti delle Galapagos o delle Seychelles (che oggi sembrano però estinte). Vi si trovano anche pinguini africani e molte altre specie di uccelli marini.

Il 23 giugno 1999, l'affondamento di una nave cargo, e il conseguente riversamento in mare di petrolio, ha devastato la colonia di pinguini di Robben Island (che all'epoca contava circa 23.000 individui). Le operazioni di soccorso, protrattesi per diversi anni e costate complessivamente 15 milioni di dollari, sono riuscite a ridurre gli effetti di questa catastrofe ecologica.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Oggi l'isola è una popolare destinazione turistica. È raggiunta da traghetti che salpano dal Victoria & Alfred Waterfront a Città del Capo ed è aperta tutto l'anno, clima permettendo. Vi si trova il Museo di Robben Island.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]