Rjurik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Rurik (disambigua).
Rurik dipinto da Hermanus Willem Koekkoek

Rjurik (in russo: Рюрик – Rjurik?, in norreno Hrœrekr o Hrørīkr; ... – ...) fu il capo variago che conquistò il controllo di Velikij Novgorod intorno all'862, e capostipite della famiglia Barjatinskij.

L'esatta nazionalità di Rjurik[1] è oggetto di controversie: molti storici lo considerano svedese ma alcuni lo assimilano al suo contemporaneo omonimo danese Rørek dello Jutland; portando a giustificazione i frequenti matrimoni tra Variaghi e donne di origine slava alcuni studiosi russi sostengono che egli fu in realtà sia slavo che scandinavo.

Anche sul modo con cui acquisì il controllo su Novgorod i pareri sono controversi. La più antica cronaca russa, il Manoscritto Nestoriano, afferma che il potere gli fu conferito dalle tribù locali desiderose di avere un governo che desse loro ordine e sicurezza, ma molti studiosi considerano molto improbabile tale circostanza e suppongono che l'iniziativa di migrare nel Rus' di Kiev sia stata direttamente di Rjurik.

Egli rimase al potere fino alla propria morte avvenuta nell'879. I suoi successori (la dinastia Rjurik), spostarono il centro del potere a Kiev fondando quello che sarà noto come Rus' di Kiev, che mantenne il controllo su tutta la regione fino al 1240.

Predecessore Principe di Novgorod Successore
nessuno - 879 Oleg

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come da Enciclopedia Treccani, sia nel dizionario di storia [1] sia nell'edizione del 1936 Enciclopedia Italiana [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rjurik in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.