Richard Petty

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Petty
Petty, Richard (Whitehouse) crop.jpg
Dati biografici
Nome Richard Lee Petty
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria NASCAR
Palmarès
NASCAR Sprint Cup Series 7 trofei
Daytona 500 7 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Carriera in NASCAR Sprint Cup Series
Stagioni 1958 - 1992
Mondiali vinti 7
Miglior risultato finale
GP disputati 1.184
GP vinti 200
Pole position 127
712 volte nei top ten
 

Richard Lee Petty (Level Cross, 2 luglio 1937) è un ex pilota automobilistico statunitense, sette volte campione nelle serie NASCAR, Grand National (tre volte) e Winston Cup (quattro volte) ed altrettante volte vincitore della Daytona 500.[1] In entrambi i casi si tratta del record all-time, come pure suo è il record delle vittorie nella serie, ben 200[2].

Figlio di Lee Petty, a sua volta vincitore di 3 titoli Sprint Cup Series.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha gareggiato nelle competizioni NASCAR ottenendo in oltre trent'anni di carriera 200 vittorie nella categoria e ritirandosi dall'agonismo al termine del 1991.

Ha lavorato anche come doppiatore nel film Cars - Motori ruggenti del 2006 in cui ha dato la voce di The King.

Nel 2000 suo nipote Adam (figlio di Kyle anch'egli pilota) morì a soli diciannove anni a causa di un incidente in una corsa automobilistica.

Il 25 marzo del 2014 rimane vedovo della moglie Lynda da cui era sposato fin dal 1959.

È stato introdotto nella NASCAR Hall Of Fame nel 2010, come membro della classe inaugurale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

NASCAR Sprint Cup Series
  • 7 volte Simple gold cup.svg (1964, 1967, 1971, 1972, 1974, 1975 e 1979)[3]
Daytona 500
  • 7 volte Simple gold cup.svg (1964, 1966, 1971, 1973, 1974, 1979 e 1981)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Richard Petty Statistics, racing-reference.info. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  2. ^ (EN) Road to seven titles, 200 wins began at fallow track, nascar.com. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  3. ^ Le prime tre vittorie nella Grand National, le altre nella Winston Cup

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 50466045