Regione di Martowni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regione di Martowni
regione
(HY) Մարտունի
Localizzazione
Stato Nagorno Karabakh/Azerbaigian Nagorno Karabakh[1]
Amministrazione
Capoluogo Martowni
Territorio
Coordinate
del capoluogo
39°47′43″N 47°06′47″E / 39.795278°N 47.113056°E39.795278; 47.113056 (Regione di Martowni)Coordinate: 39°47′43″N 47°06′47″E / 39.795278°N 47.113056°E39.795278; 47.113056 (Regione di Martowni)
Superficie 951 km²
Abitanti 23 800 (2010)
Densità 25,03 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+4
Cartografia

Regione di Martowni – Localizzazione

La Regione di Martowni (in armeno Մարտունի, traslitterato anche come Martuni o Martouni) è una regione della repubblica de facto del Nagorno Karabakh; il suo capoluogo è l'omonima cittadina di Martowni.

La regione conta 23 800 abitanti (al 2010) su una superficie di 951 km² e comprende un centro urbano (il capoluogo) e 35 comunità rurali.[2]

Si trova nella parte centro orientale del paese e ingloba anche una piccola porzione dei rayon di Agdam e del Khojavend settentrionale. L'estremità orientale della regione rimane sotto controllo azero a seguito della guerra del Nagorno Karabakh.

Il territorio si presenta nella sua parte occidentale ad andamento collinare, con pochi rilievi montuosi, costellato da un gran numero di piccoli villaggi; procedendo verso est si fa pianeggiante e poco abitato eccezion fatta per il capoluogo che conta 5 400 abitanti ed è più facilmente raggiungibile da Agdam piuttosto che dalla capitale Step'anakert.

A sud di Martuni, nei pressi del villaggio di Machkalashen sorge l'antico Monastero di Amaras, dove il monaco Mesrop Mashtots fondò la prima scuola di lingua armena sulla base dell'alfabeto da lui stesso coniato.

Altri siti di interesse culturale sono Aghchekaberd ("La fortezza della giovane") e Nahatakiberd ("La fortezza del martire"); un altro complesso degno di nota è quello di Bri Yeghtsi, comprendente quattro chiesette edificate tra il quinto e il tredicesimo secolo.

Nei pressi del villaggio di Karmir Shuka si staglia S'khtorashen, un enorme albero cavo vecchio di duemila anni. Prossima alla linea di confine con l'Azerbaigian vi è la moderna chiesa russa di Gevorgavan.

Lista delle comunità regionali[modifica | modifica sorgente]

Comunità urbane[modifica | modifica sorgente]

Comunità rurali[modifica | modifica sorgente]

  • Ashan
  • Avdour
  • Berdashen
  • Chartar
  • Djivani
  • Emishchan
  • Haghorti
  • Haci
  • Herher
  • Ghavakhan
  • Ghuze Chartar
  • Gishi
  • Kaghartsi
  • Karahoundj
  • Karmir Shouka
  • Kert
  • Kherkhan
  • Khnoushinak
  • Kolkhozashen
  • Machkalashen
  • Momna
  • Moushkapat
  • Myurishen
  • Nngi
  • Nor Shen
  • Paravatoumb
  • Sargsashen
  • Shekher
  • Sos
  • Spitakashen
  • Taghavard
  • Tsovategh
  • Varanda
  • Vazgenashen
  • Zardanashen

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dichiaratosi unilateralmente Repubblica indipendente dal 6 gennaio 1992, secessionista dall'Azerbaigian secondo cui è parte integrante dello Stato. Non è riconosciuto a livello internazionale, ma è de facto indipendente.
  2. ^ Ufficio Centrale di Statistica della RNK, report 2010, pag 12

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia