Rasatura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rasatura dei peli[modifica | modifica wikitesto]

La rasatura con rasoio a serramanico.

La rasatura è l'azione e l'effetto del radere o del radersi. In generale il termine "rasatura" riporta all'azione che elimina i circa 25.000 peli che crescono sul mento, sulle guance e su parte del collo degli uomini, su un'area facciale di circa 250 centimetri quadrati. La rasatura può essere effettuata con il rasoio (a lamette sostituibili, usa e getta o elettrico). All'azione della rasatura può seguire l'applicazione del dopobarba.

La pelle può reagire con irritazioni, arrossamenti, papule, pustole, eczemi ed una serie di patologie come l'alopecia areata, la dermatite seborroica, la sicosi e la tinea barbae, sia a causa dell'azione meccanica della lama sia per i lavaggi con saponi aggressivi che modificano il ph dell'epidermide rendendola più esposta agli agenti patogeni. L'uso promiscuo di rasoi o altri strumenti per la rasatura può portare al contagio di malattie infettive (si veda la voce Trasmissione ematica).

Quando questa operazione viene effettuata su altre parti del corpo, ad esempio gambe o zona inguinale, assume il nome di depilazione. Il termine, inoltre, può assumere diversi significati in edilizia, nella lavorazione di ingranaggi, nel finissaggio dei tessuti e nella lavorazione delle pelli animali, in special modo del cuoio.

Edilizia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi intonaco.

Si intende per rasatura la finitura degli intonaci con grassello di calce, o con un prodotto specifico (rasante) o intonaci rasanti a base gesso o a base cementizia, in genere usati per uniformare intonaci vecchi ad intonaci rifatti in caso di ristrutturazione dei prospetti a rappezzi o nel caso di applicazione di carta da parati o rivestimenti pregiati. Tale lavorazione prende anche il nome di "stabilitura". Per finitura non si intende l'operazione ultima, precedente la tinteggiatura finale della parete intonacata, bensì il livellamento della parete in modo più uniforme possibile. L'ultima operazione prima della tinteggiatura consiste nel consolidamento della superficie, effettuato con prodotti specifici, (fissativi), atti a compattare la superficie della parete, e dare alla stessa la porosità ottimale per garantire la miglior adesione del prodotto finale, costituito dalla tinta scelta.

Rasatura nella lavorazione di ingranaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nata nei primi anni '30 negli Stati Uniti e parente stretta della brocciatura è un processo di finitura delle ruote dentate caratterizzato da una buona qualità sia della geometria del dente sia della sua rugosità superficiale e da un rapporto qualità/costo per pezzo a tutt’oggi imbattibile nel campo delle produzioni di media e grande serie. Ciò ne fa il processo d’elezione per la produzione di scatole cambio nell’industria automotive. Il suo peccato originale è però di essere un’operazione pre-tempra; il successivo trattamento termico deteriora in parte l’accuratezza della geometria del dente (elica, evolvente, eccentricità e passo), con potenziale penalizzazione della potenza trasmissibile e/o della silenziosità[1]. Nelle moderne scatole cambio “di alta gamma” si tende quindi a cercare altre vie, ove la costanza delle caratteristiche fisico-chimiche dell’acciaio e la padronanza dei pur nuovi e più efficienti trattamenti termici (a bassa pressione in atmosfera controllata) non siano ritenute sufficienti a garantire i risultati finali. La rasatura di ingranaggi è successiva all'operazione di dentatura è può migliorare di 2-3 classi DIN la precisione di una ruota dentata[1]. Oltre al mondo automotive viene impiegata spesso dai costruttori di pompe e macchine agricole[1].

Finissaggio dei tessuti[modifica | modifica wikitesto]

Operazione di cimatura che elimina o pareggia la parte pelosa di un tessuto finito. Nella preparazione del panno dopo aver estratto il pelo su un lato del tessuto con la garzatura lo si rende regolare, della stessa lunghezza, con la rasatura.

Industria del cuoio[modifica | modifica wikitesto]

Nella lavorazione di pelli, la rasatura è l'operazione che porta allo stesso livello lo spessore del materiale, eliminando le parti carnose con uno strumento detto rasatrice. La rasatura da fiore è invece l'eliminazione dei residui di fiore rimasti sulle pelli scamosciate, dopo la conciatura ad olio. Questa operazione porta alla creazione di residui simili a piccoli trucioli che si staccano dalla pelle durante la lavorazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Biancogianfranco.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda