Rappresentanza permanente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La rappresentanza (o missione) permanente è una missione diplomatica accreditata da uno Stato membro presso una organizzazione Internazionale per intrattenere con essa relazioni internazionali in modo da mantenere continui contatti con tale organizzazione.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

La definizione proposta da Adolfo Maresca è "La Rappresentanza permanente o, secondo la terminologia della Convenzione di Vienna del 14 marzo 1975, la Missione permanente è l'organo diplomatico che uno Stato, membro di un ente internazionale, istituisce presso l'ente medesimo, al fine di mantenere con esso rapporti durevoli ed assidui"[1]

La definizione di "permanente" utilizzata per questo tipo di missioni è da intendere in opposizione a quello temporaneo, che denota invece quelle delegazioni inviate presso una conferenza o un incontro internazionale.

Le rappresentanze presso le Nazioni Unite sono normalmente definite missioni permanenti mentre le rappresentanze presso l'Unione Europea sono definite rappresentanze permanenti.

Funzioni[modifica | modifica sorgente]

Le principali funzioni di una Rappresentanza Permanente consistono nello svolgimento di negoziati con e all'interno dell'Organizzazione, la protezione degli interessi dello Stato e la partecipazione alle attività dell'organizzazione. Tali attività rientrano nell'ambito della cosiddetta diplomazia multilaterale. Nelle relazioni internazionali con multilateralismo si intende l'attività di concertazione tra una molteplicità di paesi su una questione di comune interesse. Nel 1990 Robert Keohane ha definito il multilateralismo come la pratica volta a coordinare le politiche nazionali in gruppi di tre o più Stati.[2]

L'Italia ha 9 Rappresentanze Permanenti (2012):

Capo Rappresentanza Istituzione Sede Nomina Sito web
S.E. Min. Plenip. Manuel Jacoangeli Flag of Europe.svg Consiglio d'Europa 3, Rue Schubert - 67000 Strasburgo 25 settembre 2012[3] rpcoe.esteri.it
S.E. Amb. Riccardo Sessa Flag of NATO.svg NATO Boulevard Léopold III - 1110 Bruxelles 25 novembre 2010[4] rappnato.esteri.it
S.E. Amb. Carlo Maria Oliva OECD Logo.svg OCSE 73, Rue de Grenelle - 75007 Parigi 28 agosto 2010[5] rappocse.esteri.it
S.E. Amb. Laura Mirachian Flag of the United Nations.svg ONU Ginevra 10, Chemin de l'Imperatrice - 1292 Ginevra 19 giugno 2009[6] rapponuginevra.esteri.it
S.E. Amb. Cesare Maria Ragaglini Flag of the United Nations.svg ONU New York 885 Second Avenue - 10017 New York 26 settembre 2009[7] italyun.esteri.it
S.E. Min. Plenip. Filippo Formica Flag of the United Nations.svg ONU Vienna Lugeck 1-2 - 1010 Vienna 24 febbraio 2012[8] http://www.rapponuvienna.esteri.it
S.E. Min. Plenip. Pietro Sebastiani Flag of the United Nations.svg ONU Roma Piazza Margana, 19 - 00186 Roma 25 marzo 2008[9] rapponuroma.esteri.it
S.E. Amb. Ferdinando Nelli Feroci Flag of Europe.svg Unione Europea 9, Rue du Marteau - 1000 Bruxelles giugno 2008 italiaue.esteri.it
S.E. Min. Plenip. Maurizio Enrico Serra Flag of UNESCO.svg UNESCO 1, Rue Miollis - 75015 Parigi 12 gennaio 2010 rappunesco.esteri.it

Competenze[modifica | modifica sorgente]

Di competenza della Rappresentanza permanente d'Italia presso l'OCSE sono anche i seguenti organi semiautonomi e Organizzazioni internazionali: African Partnership Forum; Centro per lo Sviluppo; Gruppo di Azione Finanziaria di Intervento; Agenzia Internazionale per l'Energia; Forum Internazionale dei Trasporti; Agenzia dell'Energia Nucleare; Club del Sahel e dell'Africa Occidentale; Agenzia Spaziale Europea; Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino.


Il rappresentante permanente d'Italia a Ginevra è accreditato presso ventidue Organizzazioni Internazionali, tra cui l’Ufficio delle Nazioni Unite (UNOG), l’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (CERN) e l’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC). Di queste ventidue, otto sono agenzie delle Nazioni Unite,come ad esempio l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI), l’Unione Internazionale delle Comunicazioni (UIT) e l’Organizzazione Mondiale della Meteorologia (OMM).


Le organizzazioni internazionali ed intergovernative a Vienna presso cui il rappresentante permanente d'Italia è accreditato sono molteplici. Sono ospitate nel “Vienna International Center” le seguenti Organizzazioni:

International Atomic Energy Agency (IAEA); Comprehensive test ban treaty Organization (CTBTO); United Nations Industrial Development Organization (UNIDO); United Nations Office for Disarmament Affairs (UNODA); United Nations Office at Vienna (UNOV); United Nations Office on Drugs and Crime (UNODC); International Money Laundering Information Network (IMOLIN); International Narcotics Control Board (INCB); Office for Outer Space Affairs; United Nations Postal Administration (UNPA); United Nations Information Service (UNIS); Office of the United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR); United Nations Office for Project Services (UNOPS); United Nations Scientific Committee on the Effects of Atomic Radiation (UNSCEAR); International Trade Law Division of the United Nations Secretariat / United Nations Commission on International Trade Law (UNCITRAL); Office of Internal Oversight Services (OIOS); United Nations Environment Programme (UNEP); United Nations Environment Programme - Interim Secretariat of the Carpathian Convention (UNEP Vienna ISCC); United Nations Register of Damage Caused by the Construction of the Wall in the Occupied Palestinian Territory (UNRoD); Renewable Energy and Energy Efficiency Partnership (REEEP).

Hanno sede a Vienna, al di fuori del "Vienna International Center", le seguenti organizzazioni intergovernative:

Organization for Security and Co-operation in Europe (OSCE); Organization of the Petroleum Exporting Countries (OPEC); OPEC Fund for International Development (OFID); International Institute for Applied System Analysis (IIASA); Energy Community (Segretariato); International Anti-Corruption Academy (IACA); European Space Policy Institute (ESPI); International Organization for Migration (IOM); International Centre for Migration Policy Development (ICMPD); International Commission for the Protection of the Danube River (ICPDR); European Investment Bank Office (EIB); European Union Agency for Fundamental Rights (FRA); European Centre for Social Welfare Policy and Research; European Patent Office (EPO).


Il rappresentante permanente d'Italia presso l'Onu-Roma è accreditato alla Food and Agriculture Organization (FAO), all'International Fund of Agricultural Development (IFAD) e al World Food Programme (WFP).


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Maresca, Adolfo. La diplomazia plurilaterale, Giuffrè Editore, Milano, 1979, pp. 55-56
  2. ^ "[...]The practice of coordinating national policies in groups of three or more States". Keohane, Robert O. “Multilateralism: An Agenda for Research.” International Journal, 45 (Autumn 1990), 731.
  3. ^ Nuove nomine deliberate dal Consiglio dei Ministri, comunicato del Ministero degli Affari Esteri.
  4. ^ Nuove nomine: Ambasciatore Riccardo Sessa a Rappresentanza NATO a Bruxelles, comunicato del Ministero degli Affari Esteri.
  5. ^ Nomina Ambasciatore Carlo Maria OLIVA come Rappresentante Permanente presso l'OCSE, comunicato del Ministero degli Affari Esteri.
  6. ^ Nomina dell’Ambasciatore Laura Mirachian a Capo della Rappresentanza permanente presso le Organizzazioni Internazionali in Ginevra, comunicato del Ministero degli Affari Esteri.
  7. ^ Nuova nomina deliberata dal Consiglio dei Ministri, comunicato del Ministero degli Affari Esteri.
  8. ^ Nomina deliberata dal Consiglio dei Ministri, comunicato dell'Agenzia internazionale stampa estero.
  9. ^ Nuova nomina deliberata dal Consiglio dei Ministri, comunicato del Ministero degli Affari Esteri.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]