Psammetico III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Psammetico III
Psammetico III
Psammetico III (a sinistra) su di un rilievo a Karnak
Re dell'Alto e Basso Egitto
In carica Periodo tardo
Incoronazione 526 a.C.
Predecessore Amasi
Successore Cambise II
Morte 525 a.C.
Dinastia XXVI dinastia egizia
Padre Amasi

Psammetico III (... – 525 a.C.) è stato un faraone della XXVI dinastia egizia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il regno di Psammètico III (gr. Ψαμμήτĭχος[1]) durò al massimo un anno, e probabilmente meno. Sesto Africano lo chiama Psammecherites e gli attribuisce un regno di sei mesi mentre Eusebio di Cesarea non lo prende neppure in considerazione. L'unica data che possediamo, da una stele proveniente dal Serapeo di Saqqara, è il 1º anno di regno.

Cambise II che cattura Psammetico III. Da un sigillo persiano risalente al VI secolo a.C.

Quando alla morte del padre Amasi Psammetico salì al trono il destino dell'Egitto era ormai segnato: Cambise II era ormai alle porte del paese che poteva opporre all'esercito persiano solo un piccolo nucleo di mercenari greci e truppe locali.
Dopo aver sconfitto nel 525 a.C. l'esercito egizio nella battaglia di Pelusio, Cambise pose d'assedio le principali città che dovettero arrendersi una dopo l'altra; ultima fu Menfi che, difesa da mercenari greci, si arrese dopo un lungo assedio.

Sulla sorte toccata a Psammetico III le varie fonti dissentono: secondo alcuni Cambise mise subito a morte il sovrano sconfitto; secondo altri in un primo tempo lo trattò onorevolmente per poi farlo giustiziare a seguito di un tentativo di rivolta; una terza versione dei fatti vorrebbe Psammetico fuggitivo di cui si perdono le notizie.
Cambise, dopo la vittoria, si incoronò re dell'Egitto dando vita a quella che Manetone chiama XXVII dinastia; in pratica per più di un secolo la terra del Nilo non sarà altro che una satrapia del grande impero persiano.

Come per i suoi omonimi predecessori (Psammetico I e Psammetico II) le incertezze sul significato del nomen potrebbero derivare solamente da un originario errore di trascrizione di un nome assiro.

Titolatura[modifica | modifica sorgente]

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
Srxtail.jpg
G16
nbty (nebti) Le due Signore
G8
ḥr nbw Horo d'oro
M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
Hiero Ca1.svg
N5 S34 D28
Hiero Ca2.svg
՚nḫ k3 r՚ Ankhkara Ra, che dona vita all'anima
G39 N5
 
s3 Rˁ Figlio di Ra
Hiero Ca1.svg
p
z
m T
k
Hiero Ca2.svg
psmtk Pesemetjek Il mercante di vino di Metjek/Il consorte di Metjek

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Psammetico nell’Enciclopedia Treccani

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Signore dell'Alto e del Basso Egitto Successore Double crown.svg
Amasi 526525 a.C. Cambise II

Dinastie contemporanee
Divine Spose di Amon (Ankhnesneferibra / Nitokris II)