Primo cimitero di Atene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nel piccolo tempio dorico sul piedistallo si trova la tomba di Heinrich Schliemann progettato da Ziller

Il Primo cimitero di Atene (in greco Πρώτο Νεκροταφείο Αθηνών) è il primo ufficiale cimitero della città di Atene, Grecia, e il primo ad essere stato costruito. Fu inaugurato nel 1837 e presto divenne un lussuoso cimitero di personaggi famosi, sia greci, sia stranieri. Oggi è una gliptoteca a cielo aperto con opere dei massimi scultori greci del XIX e XX secolo; è dichiarato un monumento storico.

L'edificio è situato dietro il tempio di Zeus Olimpio e lo stadio Panathinaiko nel centro di Atene; è un grande spazio verde, con numerosi pini e cipressi. Nell'edificio ci sono tre chiese. La principale è la chiesa di San Teodoro; delle due minori, una è dedicata a san Lazzaro di Betania, mentre la terza è una chiesa cattolica. Ci sono zone separate per protestanti ed Ebrei. La tomba più imponente è quella di Heinrich Schliemann (progettata da Ernst Ziller); tra le altre, vi sono le tombe di Ioannis Pesmazoglou e di George Averoff. Una delle più belle è quella chiamata "I Kimomeni" ("La ragazza dormente"), dello scultore Yannoulis Chalepas di Tinos.

Tombe illustri[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 37°57′47.38″N 23°44′16.35″E / 37.963161°N 23.737875°E37.963161; 23.737875

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]