Pozzo superprofondo di Kola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 69°23′46.39″N 30°36′31.2″E / 69.396219°N 30.608667°E69.396219; 30.608667

Il sito del pozzo di Kola nel 2007.

Il pozzo superprofondo di Kola (in russo Кольская сверхглубокая скважина, Kol'skaja sverchglubokaja skvažina; in inglese, Kola Superdeep Borehole) è stato un progetto di perforazione della crosta terrestre portato avanti da un gruppo di scienziati sovietici a partire dal mese di maggio 1970, con l'obiettivo di studiare la geochimica e la geofisica della porzione di crosta sottostante.

Il sito di scavo si trova a breve distanza dalla cittadina di Zapoljarnyj, nella parte centro-occidentale della penisola di Kola (oblast' di Murmansk); costituito da una serie di perforazioni differenti, raggiunse la profondità massima di 12.261 metri[1] nel 1989 (perforazione SG-3), stabilendo un primato mondiale che ha resistito sino al 2008.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kola Superdeep Borehole (KSDB) - IGCP 408: „Rocks and Minerals at Great Depths and on the Surface“. (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2007).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]