Porta santa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Porta santa della basilica di San Pietro, opera dello scultore Vico Consorti

La Porta santa è quella porta di una basilica che viene murata per essere aperta solo in occasione di un Giubileo.

Il rito più conosciuto del Giubileo è proprio l'apertura della porta. Hanno una porta santa le quattro basiliche papali di Roma, San Pietro, San Giovanni in Laterano, San Paolo fuori le mura e Santa Maria Maggiore.

Il rito della porta santa esprime simbolicamente il concetto che, durante il Giubileo, è offerto ai fedeli un "percorso straordinario" verso la salvezza.

La Basilica di Santa Maria di Collemaggio (L'Aquila) Contiene la prima Porta Santa del mondo.
Il lato interno murato della Porta Santa della basilica di San Pietro

L'inizio ufficiale del Giubileo avviene con l'apertura della porta santa della basilica di San Pietro. Le porte sante delle altre basiliche vengono aperte nei giorni successivi. In passato la porta veniva smurata parzialmente prima della celebrazione, lasciando un diaframma che il Papa rompeva con un martelletto; quindi gli operai completavano la demolizione. In occasione del Giubileo del 2000, invece, il papa Giovanni Paolo II ha introdotto un rito più semplice e immediato: il muro è stato rimosso in anticipo lasciando solo la porta chiusa, che il papa ha aperto spingendo i battenti. Le porte sante rimangono aperte (a parte la normale chiusura notturna) fino al termine dell'Anno santo, quindi vengono murate di nuovo.

Anche varie chiese tradizionalmente meta di pellegrinaggi hanno porte sante concesse dal papa attraverso cui è possibile ricevere l'indulgenza plenaria: ad esempio la Cattedrale di Santiago di Compostela o anche la basilica di Santa Maria di Collemaggio a L'Aquila e la Cattedrale di Atri, in cui annualmente avvengono celebrazioni simili a quelle del Giubileo papale.