Polidoro da Lanciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Polidoro da Lanciano (Lanciano, 1515 circa – Venezia, 21 luglio 1565) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Lanciano da Paolo, figlio di Renzo, apprezzato ceramista: il presunto anno di nascita (1515) è stato desunto dal suo testamento del 1565, nel quale si dichiara cinquantenne, ma non è improbabile che fosse già nato nel 1510.

Non si hanno notizie sugli anni della sua giovinezza e della formazione: dovette stabilirsi nella contrada San Pantaleone di Venezia, dove esisteva una comunità di immigrati abruzzesi, verso la metà degli anni '20 del XVI secolo.

Realizzò soprattutto dipinti a carattere devozionale per committenti privati: tra le sue opere, Il convito degli dei (Napoli, Museo di Capodimonte), Cristo e l'adultera (nelle versioni autografe di Brescia, Pinacoteca Tosio-Martinengo; Budapest, Szépmüvészeti Múzeum; Londra, Walpole collection) e La discesa dello Spirito Santo (Venezia, Gallerie dell'Accademia).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]