Poets of the Fall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Poets of the Fall
Fotografia di Poets of the Fall
Paese d'origine Finlandia Finlandia
Genere Rock
Alternative rock
Rock progressivo
Periodo di attività 2003 – in attività
Etichetta Insomniac
Album pubblicati 5
Studio 4
Live 0
Raccolte 1
Sito web

I Poets of the Fall, sigla POTF, sono un gruppo musicale rock finlandese fondato nel 2003 a Helsinki. La band è composta dal cantante Marko Saaresto (Mark), dal chitarrista Olli Tukiainen (Ollie) e dal tastierista Markus Kaarlonen (Captain), unitosi al gruppo in un secondo momento. Dal 2010 sono entrati a far parte del gruppo in pianta stabile anche il chitarrista Jaska Makinen, il batterista Jari Salminen e il bassista Jani Snellman.

La band ha pubblicato i singoli Late Goodbye e Lift, tratti dall'album Signs of Life, che ha venduto 15.000 copie in un paio di mesi e ha finora venduto oltre 30.000 copie.[senza fonte] Il singolo Late Goodbye è stato utilizzato come main track nel videogioco Max Payne 2, contribuendo a creare un considerevole gruppo di fan ancor prima dell'uscita del primo album.

Il brano Lift è stato anche utilizzato nei credits finali del famoso software di benchmarking "3D Mark"

Nel 2006 è stato pubblicato l'album Carnival of Rust.

Hanno anche vinto il MTV Europe Music Award come miglior band finlandese.

La band ha pubblicato il suo terzo album, Revolution Roulette, il 26 marzo 2008.

Il quarto album della band, Twilight Theater, è uscito in Finlandia il 17 marzo 2010, preceduto, il 3 febbraio, dal singolo Dreaming Wide Awake[1].

I Poets of the Fall hanno inoltre prestato War, una traccia del loro album Twilight Theater, come colonna sonora per il videogame della Remedy Alan Wake, uscito il 14 maggio 2010. Gli stessi hanno scritto e interpretato due canzoni, Children of the Elder God e The Poet and the Muse, con il nome di Old Gods Of Asgard, un gruppo esistente nell'universo di Alan Wake.

Il quinto album del gruppo, Temple of Thought, è stato pubblicato il 21 marzo 2012[2].

Il sesto album del gruppo, Jealous Gods, è stato pubblicato il 19 settembre 2014, preceduto dal singolo Daze il 22 agosto 2014[3].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Poets of the Fall in concerto nel 2007
  • Late Goodbye (2004)
  • Lift (2004)
  • Maybe Tomorrow Is A Better Day (2004)
  • Carnival Of Rust (2006)
  • Sorry Go 'Round (2006)
  • Locking Up The Sun (2006)
  • The Ultimate Fling (2008)
  • Dreaming Wide Awake (2010)
  • War (2010)
  • Can You Hear Me? (2011)
  • Cradled In Love (2012)
  • Daze (2014)

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Late Goodbye' (2005)
  • Lift (2005)
  • Carnival of Rust (2006)
  • Locking up the Sun (2006)
  • Diamonds for Tears (2008)
  • Dreaming Wide Awake (2010)
  • War (2010)
  • Can You Hear Me? (2011)
  • Cradled In Love (2012)
  • Daze (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) poetsofthefall.com, Twilight Theater album out March 17. URL consultato il 16 maggio 2013.
  2. ^ (EN) poetsofthefall.com, Poets of the Fall discography. URL consultato il 16 maggio 2013.
  3. ^ (EN) poetsofthefall.com, New album single video out soon. URL consultato il 15 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]