Pirofosfato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pirofosfato
Pyrophosphate anion.png
Modello ad asta e sfera dell'anione pirofosfato, P2O74−
Nomi alternativi
Difosfato, PPi
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare P2O74−
Massa molecolare (u) 173,943
PubChem 644102

Si definisce comunemente pirofosfato l'anione, il sale e l'estere dell'acido pirofosforico. Originariamente preparati riscaldando i fosfati (da cui il prefisso greco pyro-, fuoco), i pirofosfati sono buoni agenti complessanti e sono ampiamente utilizzati nell'industria chimica.

Ruolo biologico[modifica | modifica wikitesto]

In biochimica, i pirofosfati hanno un ruolo chiave: nelle cellule l'anione P2O74− (abbreviato PPi da pirofosfato inorganico) è formato dall'idrolisi dell'ATP in AMP.

ATP AMP + PPi

Ad esempio, quando un nucleotide è incorporato all'interno di una catena nascente di DNA o RNA attraverso l'azione di una polimerasi viene rilasciato PPi. Presso le catene di DNA o RNA può anche avvenire la pirofosforolisi, la reazione inversa della polimerizzazione: il pirofosfato reagisce con un 3'-nucleotide monofosfato (NMP o dNMP), che viene in seguito rimosso dall'oligonucleotide a rilasciare il corrispondente trifosfato (dNTP o NTP).

Degradazione[modifica | modifica wikitesto]

L'anione pirofosfato è instabile in soluzione acquosa e si idrolizza lentamente a fosfato inorganico:

P2O74− + H2O 2 HPO42−

o, in notazione abbreviata:

PPi + H2O 2 Pi

Tale idrolisi rende il taglio di ATP ad AMP e PPi effettivamente irreversibile. Per tale motivo le reazioni biochimiche accoppiate a questa idrolisi sono altrettanto irreversibili.

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia