Calcificazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La calcificazione in campo medico, è il deposito di sali di calcio nei tessuti di un dato organismo.

Percorso della calcificazione[modifica | modifica sorgente]

Normale[modifica | modifica sorgente]

Il calcio assunto dall'individuo segue quasi interamente (99%) la via della depositazione presso le ossa e i denti, la parte restante invece viene disciolta nei liquidi corporei. In caso di fratture il fenomeno della calcificazione effettua un lavoro di riparazione, da tale processo si formano i calli ossei.

Alterata[modifica | modifica sorgente]

Esistono numerose patologie che guastano l'equilibrio descritto, che riguardano anche l'ormone paratirodeo e la vitamina D. Tali anomalie comportano che il calcio si depositi lungo le arterie, nei reni e nei tessuti comportando danni agli organi vicini.

Tipologia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby's medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina