Reazione di condensazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In chimica si indicano come reazioni di condensazione numerose reazioni fra molecole diverse o tra funzioni diverse di una stessa molecola, in cui le parti reagenti si uniscono, in genere con eliminazione di acqua o di un'altra molecola a basso peso molecolare[1] (alcol, acido, ecc.), chiamata "condensato". Le condensazioni intramolecolari producono una ciclizzazione.

Le reazioni di condensazione avvengono in tutte le polimerizzazioni per condensazione, descritte per la prima volta nel 1929 da Wallace Hume Carothers.[2] Carothers distinse le "polimerizzazioni per condensazione" dalle "polimerizzazioni per addizione" a seconda che nel corso della polimerizzazione si abbia la formazione di una molecola a basso peso molecolare o meno.

Spesso le polimerizzazioni per condensazione sono polimerizzazioni a stadi, ma non sempre. Ad esempio il poliuretano è un polimero di addizione, ma la sua produzione avviene tramite polimerizzazione a stadio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IUPAC Gold Book, "condensation reaction"
  2. ^ W. H. Carothers, "Journal of American Chemical Society", 1929, 51, 2548

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia