Pharomachrus mocinno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Quetzal" rimanda qui. Se stai cercando il comune del Guatemala, vedi El Quetzal.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Quetzal splendente
Pharomachrus mocinno -male.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Trogoniformes
Famiglia Trogonidae
Genere Pharomachrus
Specie P. mocinno
Nomenclatura binomiale
Pharomachrus mocinno
De la Llave, 1832
Sottospecie
  • P. m. mocinno
  • P. m. costaricensis

Il quetzal splendente o trogone splendido (Pharomachrus mocinno De la Llave, 1832) è un uccello appartenente alla famiglia Trogonidae, diffuso in America Centrale.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il maschio è caratterizzato da colori vivaci, avendo il piumaggio verde rosa con becco giallo e copritrici della coda allungate fino a raggiungere persino 105 cm di lunghezza, anch'esse verdi.

La femmina ha un piumaggio smorto, con piume verde pallido e marrone, senza le lunghe copritrici superiori. La lunghezza definitiva delle copritrici è raggiunta dal maschio al terzo anno di età, ma il solo corpo del volatile raggiunge i 45 cm e i 200 g.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Ha abitudini prevalentemente gregarie, eccetto durante il periodo della riproduzione.

Depone una covata all'anno (raramente due) in cavità degli alberi, soprattutto nei tronchi fradici. Maschio e femmina collaborano nella cova delle due uova di colore celeste per circa venti giorni. I nidacei rimangono nel nido una trentina di giorni.

Il quetzal splendente si nutre di sostanze vegetali ma anche di rane, invertebrati e lucertole.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Habitat del quetzal splendente.

Il quetzal splendente vive nelle foreste montane di Messico, Guatemala, Honduras, El Salvador, Nicaragua, Costa Rica e Panamá, tra i 1000 e i 3000 m di quota.[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sottospecie[modifica | modifica wikitesto]

Sono state individuate due sottospecie:[2]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2008 e il 2009, nello zoo della capitale del Chiapas, la regione più a sud nel Messico, sono nati dei pulcini di quetzal splendente in cattività. [3]

Nella cultura[modifica | modifica wikitesto]

Copricapo azteco con piume di Pharomachrus mocinno, attribuito all'imperatore Montezuma.
Scultura rappresentante un quetzal nell'antica città maya di Uxmal.

Venerato presso i Maya e gli Aztechi, il quetzal è il simbolo del Guatemala. Tale simbologia non è casuale: la tradizione locale lo considera simbolo di libertà poiché preferisce morire di fame piuttosto che vivere prigioniero.

Le monete dello stato stesso, che nel 1924 sostituirono il Peso guatemalteco, hanno il suo nome in quanto le sue piume erano considerate talmente preziose da essere usate come moneta di scambio.

Con le sue penne, il quetzal ha ispirato il mito del serpente piumato e del dio Quetzalcoatl.

Nel 2012 è diventato la mascotte di Ubuntu 12.10.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Pharomachrus mocinno in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Trogonidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 6 maggio 2014.
  3. ^ Notizia tratta dal Documentario "Missione Natura" / www.la7.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]