Paul Frank

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(EN)

« Asked about Julius, they will respond: “Oh, you mean Paul Frank?” »

(IT)

« Chiedi di Julius, ti risponderanno: "Oh, volevi dire Paul Frank? »

(Leslie Earnest in un suo articolo parla di Paul Frank.[1])

Paul Frank Sunich (29 agosto 1967) è un artista, designer e stilista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Statunitense, anche se molti pensano che provenga dall'Inghilterra[2] dopo aver frequentato l'Orange Coast Community College[3] Fu fondatore negli anni '90 della ditta di accessori di abbigliamento Paul Frank Industries (Julius and friends) a Costa Mesa (California). Nell'agosto del 2001 ha collaborato con la Sanrio, ed è stato uno dei primi tentativi di collaborazione del colosso giapponese.[4] Dal 1995 al 2005 sono stati stimati per le sue creazioni introiti di oltre 100 milioni di dollari.[5] Per la costruzione di un suo punto vendita di California si è avvalso dell'aiuto del pluripremiato architetto italiano Giorgio Borruso[6].

La notorietà dello stilista ha convinto Google a cambiare il tema della pagina principale in suo onore per un breve periodo.[7]

Julius la scimmia[modifica | modifica wikitesto]

La ditta ha come mascotte una scimmia di nome Julius,[8] nata da un'idea di Paul Frank[9] la cui diffusione è stata paragonata a quella della Marilyn Monroe di Andy Warhol[10] diventato un'icona citata in molti libri che narrano di bambini e del loro linguaggio moderno.[11] In principio l'idea era quella di realizzare una serie di cartoni animati dai quali è stata creata una marca d'abbigliamento amata fra i giovanissimi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La sua creatura, Julius, è stata oggetto anche di diversi libri illustrati per bambini, illustrati e scritti dallo stesso Paul Frank fra cui:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Leslie Earnest. Da "Los Angeles Time" del 04 aprile 2006 C1
  2. ^ (EN) Informazioni su Vogue Vogue.com.au
  3. ^ Mike Marriner, Brian McAllister, Nathan Gebhard, Rob Bollinger, Finding the Open Road : A Guide to Self-construction Rather Than Mass Production : a Roadtrip Nation Book Pag 109, Ten Speed Press, 2005, ISBN 978-1-58008-721-6.
  4. ^ Ken Belson, Brian Bremner, Hello Kitty: The Remarkable Story of Sanrio and the Billion Dollar Feline Phenomenon pag 104, Wiley, 2004, ISBN 978-0-470-82094-0.
  5. ^ (EN) The Artist Formerly Known as Paul Frank 22 agosto 2006 vanityfair
  6. ^ Andrea Boekel, Retail Therapy: Store Design Today Pag 170, Images Publishing, 2007, ISBN 978-1-86470-115-9.
  7. ^ Per "la settimana della moda", insieme a Gucci e pochi altri. Fonte: Notizie ansa del 24 settembre 2008, Roma
  8. ^ Phoenix Woodrow, Plastic Culture: How Japanese Toys Conquered the World pag 41, Kodansha International, 2006, ISBN 978-4-7700-3017-7.
  9. ^ Regalò la sua prima creazione alla sua fidanzata a cui piacque talmente tanto che pensò di produrla in serie. Da The Guardian del 20 marzo2006
  10. ^ Jeremy Britton, Who's Taking Your Money?: And How to Get Some of it Back pag 61, Winvest Pty Ltd, 2006, ISBN 978-0-9802932-1-0.
  11. ^ Fra i vari libri in cui si parla di Julius si cita Josie Brown, Last Night I Dreamt of Cosmopolitans: A Modern Girl's Dream Dictionary pag 30, St. Martin's Griffin, 2005, ISBN 978-0-312-34057-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 73304168