Patto di non aggressione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un patto di non aggressione è un trattato internazionale tra due o più stati, che sancisce un impegno ad evitare la guerra o il conflitto armato tra di essi e di risolvere le dispute attraverso negoziati di pace. Talvolta, tali patti includono la volontà di eliminare il conflitto armato anche se i partecipanti si trovano a combattere contro paesi terzi, inclusi alleati di uno dei partecipanti.

Il patto di non aggressione fu una forma molto usata di accordo internazionale negli anni venti e trenta, ma la loro stipula subì un crollo dopo la seconda guerra mondiale. Il più famoso è il Patto Molotov-Ribbentrop del 1939 tra la Germania nazista e l'Unione Sovietica, che durò fino al 1941 con l'invasione tedesca dell'URSS con l'Operazione Barbarossa. Alcuni esempi di patti di non aggressione nella storia sono:

Durante i negoziati tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord nel 2003, la Corea si offrì di eliminare le sue armi nucleari se entrambe le parti avessero firmato un patto di non aggressione. Attualmente, il trattato deve ancora essere formulato.