Pallavolo Sirio Perugia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pallavolo Sirio Perugia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Logo Sirio Perugia.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Bianco Rosso Blu e Bianco.png Bianco, rosso e blu
Dati societari
Città Perugia
Paese Italia Italia
Confederazione CEV
Federazione FIPAV
Fondazione 1970
Scioglimento 2011
Palazzetto PalaEvangelisti
(5 300 posti)
Sito web www.sirioperugia.com
Palmarès
Scudetto.svgScudetto.svgScudetto.svgCoccarda Italia.svgCoccarda Italia.svgCoccarda Italia.svgCoccarda Italia.svgCoccarda Italia.svgSupercoppa italiana di pallavolo maschile.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgCoppa CEV trophy.svgChallenge Cup trophy.svgChallenge Cup trophy.svg
Scudetti 3
Trofei nazionali 5 Coppa Italia
1 Supercoppa italiana
Trofei internazionali 2 Coppa dei Campioni/Champions League
1 Coppa delle Coppe/Coppa CEV
2 Coppa CEV/Challenge Cup
Altri titoli 1 Coppa di Lega
Si invita a seguire le direttive del Progetto Pallavolo

La Pallavolo Sirio Perugia è stata una società pallavolistica femminile italiana con sede a Perugia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Pallavolo Sirio Perugia viene fondata nel 1970 in una parrocchia di Perugia, per volere di padre Aldo Falini[1]: la società, dopo la partecipazioni a campionati locali, arriva agli inizi degli anni '80 alla Serie B[1]; all'inizio della stagione 1986-87 un riassetto ai vertici societari, porta a diventare presidente Carlo Iacone, il quale, supportato anche da un buon numero di sponsors, allestisce una squadra che termina la stagione al primo posto, ottenendo la promozione in Serie A2[1].

Nella stagione 1987-88 la Pallavolo Sirio Perugia fa il suo esordio nella pallavolo professionistica, conducendo un campionato di alta classifica: è comunque nella stagione successiva, grazie al primo posto al termine del campionato, che la squadra ottiene la promozione in Serie A1[1].

La stagione 1989-90 è quindi la prima nel massimo campionato italiano per la compagine umbra; è tuttavia nella stagione successiva che iniziano le prime soddisfazioni, con il raggiungimento della finale in Coppa Italia, il primo posto nella regular season e la sconfitta nella finale scudetto[2]: tali risultati, che verranno ripetuti anche nella stagione 1991-92, con la vittoria però nella Coppa Italia, primo trionfo del club, valgono la qualificazione ad una competizione europea, ossia alle Coppe delle Coppe, dove raggiunge la finale, sconfitta dall'Unabhängiger Sportclub Münster[2]. Dopo due annate mediocri, con un terzo posto nella Coppa delle Coppe 1992-93, nella stagione 1994-95, complice l'ultimo posto in classifica, la squadra retrocede in Serie A2[2].

Il ritorno nella massima serie è immediato: grazie alla vittoria dei play-off promozione, la Pallavolo Sirio Perugia infatti è nuovamente ai nastri di partenza della Serie A1 1996-97[2]; dopo due annate mediocri, nella stagione 1998-99 il club perugino torna alla vittoria della Coppa Italia[2], qualificandosi nuovamente per la Coppa delle Coppe, che vince nell'edizione 1999-00, con il successo sul Panathinaikos Athlitikos Omilos di Atene[1].

È dalla stagione 2002-03 che inizia il ciclio di successi: dopo la vittoria della terza Coppa Italia, la società vince il suo primo scudetto e guadagna la qualificazione, per la prima volta, alla Champions League 2003-04, arrivando all'atto conclusivo, sconfitta dal Club Voleibol Tenerife[2]. Nella stagione 2004-05 arriva la vittoria della quarta Coppa Italia, della Coppa CEV e del secondo scudetto, mentre, nell'annata successiva, sale sul tetto d'Europa vincendo la Champions League[1], oltre alla Coppa di Lega; anche la stagione 2006-07 regala un nuovo tris di successi, in Coppa Italia, in Coppa CEV e lo scudetto, mentre in quella seguente, che inizia con il successo della Supercoppa italiana[2], vede il secondo trionfo in Champions League, ai danni dell'Asystel Volley di Novara[1].

Dalla stagione 2008-09 inizia la parabola discendente del club: l'ultimo sussulto è il terzo posto nella Champions League 2008-09, a cui fanno seguito due annate mediocre, entrambe con l'uscita nei quarti di finale dei play-off scudetto[2]; al termine del campionato 2010-11 il presidente decide di terminare tutte le attività agonistiche e di avviare invece un progetto con squadre giovanili[3].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Pallavolo Sirio Perugia
  • 1970: Fondazione della Pallavolo Sirio Perugia con sede a Perugia.
  • 1971-72: ?
  • 1972-73: ?
  • 1973-74: ?
  • 1974-75: ?
  • 1975-76: ?
  • 1976-77: ?
  • 1977-78: ?
  • 1978-79: ?
  • 1979-80: ?




  • 2010-11: 10ª in Serie A1; quarti di finale play-off scudetto.
  • 2011: Termine delle attività.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2002-03, 2004-05, 2006-07
1991-92, 1998-99, 2002-03, 2004-05, 2006-07
2007
2006
2005-06, 2007-08
1999-00
2004-05, 2006-07

Pallavoliste[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Pallavoliste della Pallavolo Sirio Perugia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Cenni sulla società in Sirioperugia.com. URL consultato il 15 settembre 2014.
  2. ^ a b c d e f g h Risultati della Pallavolo Sirio Perugia in Legavolleyfemminile.it. URL consultato il 15 settembre 2014.
  3. ^ La Sirio Volley in Siriovolley.com. URL consultato il 15 settembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]