Orgelbüchlein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il frontespizio manoscritto della raccolta.
L'autografo del preludio corale BWV 614.

L'Orgelbüchlein (tedesco: "piccolo libro d'organo") BWV 599-644 è una raccolta di 46 preludi corali per organo composti da Johann Sebastian Bach.

Storia e struttura[modifica | modifica sorgente]

Gran parte della collezione venne composta fra il 1708 e il 1717, periodo durante il quale Bach era organista presso la corte ducale di Weimar. Tre preludi corali, insieme a un breve frammento di due battute, vennero invece aggiunti più tardi, intorno al 1730, dopo il trasferimento di Bach a Lipsia.

La raccolta, come annunciato dal titolo, ha fini chiaramente didattici: «Piccolo libro d'organo. Dove si offre a un organista principiante il metodo per sviluppare in tutte le maniere un corale, in cui possa anche perfezionarsi nello studio del pedale, perché nei corali che qui si trovano il pedale è trattato in modo strettamente obbligato. All'Altissimo Iddio solo per onorarlo e al prossimo affinché si istruisca. Autore Johann Sebastian Bach, maestro di cappella di sua altezza serenissima il principe di Anhalt-Cöthen».[1]

Le melodie dei preludi corali non sono mai di Bach, ma sono sempre tratte da canti liturgici tradizionali della chiesa luterana e si trovano solitamente al soprano. Nel caso di canoni, la melodia è presente anche nella voce del tenore (BWV 600, 608, 618, 619) o del basso (BWV 620, 629). In un caso soltanto (BWV 611) il canto si trova al contralto. I brani sono tutti scritti in contrappunto a quattro voci tranne i BWV 599 e 619, che sono scritti a cinque voci, e il BWV 639, che è scritto a tre.

Benché il progetto originario dell'Orgelbüchlein prevedesse 164 composizioni per tutto l'anno liturgico, Bach compose solo 46 pezzi (quattro per l'avvento, dieci per natale, tre per capodanno, due per la candelora, sette per la quaresima, sei per pasqua, tre per pentecoste e una miscellanea di dieci pezzi su inni del catechismo e canti vari), lasciando incompleta la raccolta.

L'Orgelbüchlein è contenuto in un quaderno manoscritto da Bach, conservato presso la Biblioteca di Stato di Berlino. Quando si procurò il quaderno, formato da 92 pagine per 182 facciate, Bach evidentemente pensava che avrebbe riempito tutti i fogli, e, a questo scopo, scrisse i titoli anche per i preludi corali che, successivamente, poi non compose. La maggior parte delle pagine, pertanto, sono bianche.

Il quaderno è così composto:[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Buscaroli, op. cit., p. 396.
  2. ^ Stinson, op. cit., pp. 3-11.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica