Tema BACH

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Tema BACH.
pagina finale del manoscritto dell'"arte della fuga" di Bach: Über dieser Fuge, wo der Nahme BACH im Contrasubject angebracht worden, ist der Verfasser gestorben

Il tema BACH è la sequenza di note musicali 'Si bemolle, La, Do, Si naturale'.

Questo tema di quattro note è stato utilizzato da diversi compositori, di norma come un omaggio a Johann Sebastian Bach. Il primo esempio noto, comunque, appare in un brano di Jan Pieterszoon Sweelinck.

Presupposti[modifica | modifica sorgente]

La possibilità di tradurre le lettere dell'alfabeto nel cognome 'Bach' è legata alla denominazione tedesca delle note musicali,[1] in cui Si bemolle e Si naturale hanno due segni differenti (diversamente dalla denominazione inglese).

Johann Sebastian Bach[modifica | modifica sorgente]

Lo stesso J.S. Bach lo usò come terzo soggetto dell'ultima fuga (Contrapunctus XIV) de L'arte della fuga, opera rimasta incompleta alla sua morte nel 1750.

Egli lo aveva però usato consciamente come firma musicale in altre composizioni nel corso della sua attività: alla fine della quinta e ultima delle Variazioni canoniche sul corale "Vom Himmel hoch,da komm ich her" (BWV 769). Il tema appare nella sezione della Passione secondo Matteo BWV 244 al numero 63b, in cui il coro canta "Veramente quest'uomo era il Figlio di Dio".

Il tema appare anche al termine del Kleines Harmonisches Labyrinth BWV 591, brano oggi generalmente considerato spurio (si è suggerita la paternità di Johann David Heinichen): in questo caso la presenza del motivo si può intendere o come casualità o più probabilmente come omaggio.

Dopo Bach[modifica | modifica sorgente]

Esiste una Fuga in Fa maggiore per strumento a tastiera di Johann Christian Bach (o Carl Philipp Emanuel Bach) che impiega il tema, ma non fu che nel XIX secolo, con la Bach-Renaissance, che iniziò ad essere usato con una certa regolarità.

Forse per il fatto di essere stato usato da Bach stesso in una fuga, il tema compare spesso in altri compositori all'interno di fughe o altra complessa scrittura contrappuntistica.

In molti brani il tema si presenta trasposto (dunque a rigore non si potrebbe definire tema BACH), ma la sua riconoscibilità è assicurata all'orecchio dal caratteristico contorno melodico (un semitono verso il grave, una terza minore verso l'acuto e un semitono verso il grave).

Omaggi[modifica | modifica sorgente]

Opere caratterizzate volutamente dal tema BACH includono, in ordine cronologico:

Il tema appare come motivo di passaggio in diverse altre opere tra cui le Variazioni per Orchestra (1926-28) Quartetto d'archi N. 3 (1927) di Arnold Schoenberg, la Passione secondo Luca di Krzysztof Penderecki, e la cadenza di Johannes Brahms per il Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven.

Altri motivi firma[modifica | modifica sorgente]

Tenendo conto che il bemolle o il diesis in note diverse da B o H erano segnati in notazione tedesca da un suffisso -s, anche la lettera S è stata utilizzata per ottenere "temi firma": ad esempio

  • 'F-Es-C-H' (Fa, Mi bemolle, Do, Si naturale) per Franz Schubert (F. Schubert)
  • 'Es-C-H-B-E-G' (Mi bemolle, Do, si naturale, Si bemolle, Mi, Sol) per Arnold Schoenberg (Schönberg)
  • 'D-Es-C-H' (Re, Mi bemolle, Do, Si naturale) per Dmitrij Šostakovič (D. Schostakovič)

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il termine tema applicato a una sequenza di sole quattro note non sarebbe scientificamente corretto: secondo le convenzioni della teoria musicale internazionalmente riconosciuta occorrerebbe definirlo motivo BACH, come avviene in tutte le lingue diverse dall'italiana. Ciononostante nel corso dell'ultimo secolo e mezzo l'uso italiano ha privilegiato la locuzione tema BACH o semplicemente BACH scritto tutto in maiuscolo. Il sostantivo tema diventerebbe accettabile se inteso come frammento melodico dotato di netta individualità così da poter originare una composizione (come avviene per i soggetti di fuga). In tal caso il tema BACH risponderebbe a questi requisiti anche senza avere l'estensione tipica dei temi alla base di raccolte di variazioni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A=La; B=Si bemolle; C=Do; D=Re; E=Mi; F=Fa; G=Sol; H= Si naturale, a cui va aggiunto S (pronunciato Es)=Mi bemolle.
  2. ^ vedi sito
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica