Non lasciarmi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo film del 2010 tratto dal romanzo, vedi Non lasciarmi (film).
Non lasciarmi
Titolo originale Never Let Me Go
Autore Kazuo Ishiguro
1ª ed. originale 2005
1ª ed. italiana 2006
Genere romanzo
Sottogenere ucronia, distopia
Lingua originale inglese

Non lasciarmi (Never Let Me Go) (2005) è un romanzo ucronico dello scrittore britannico di origini giapponesi Kazuo Ishiguro.

La storia è ambientata in un presente alternativo distopico ed è raccontata sotto forma di flashback dalla protagonista del libro, Kathy. Il titolo si riferisce ad una immaginaria canzone Never Let Me Go di un'altrettanto immaginaria cantante Judy Bridgewater che colpisce profondamente Kathy.

Il Time ha giudicato quest'opera come il migliore romanzo del 2005 e l'ha inserito nella lista dei cento migliori romanzi in lingua inglese pubblicati dal 1923 al 2005.[1] Nel 2010 ne è stato tratto un omonimo film diretto da Mark Romanek.

È stato pubblicato per la prima volta in italiano nel 2006.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Kathy, Tommy e Ruth sono tre alunni di Hailsham, un collegio immerso nella campagna inglese e completamente isolato dal mondo esterno. La loro educazione è affidata a dei tutori, che impartiscono loro lezioni di arte, storia e letteratura e incoraggiano la loro creatività: i loro lavori migliori vengono infatti selezionati dalla misteriosa "Madame" per essere conservati nella sua "galleria". In questo ambiente, apparentemente idilliaco, i tre ragazzi crescono sviluppando un legame che durerà per tutta la vita: Ruth e Kathy stringono una forte amicizia, mentre Tommy, pur nutrendo grande simpatia per Kathy, si fidanza con Ruth.

In seguito, i tre ragazzi lasciano Hailsham per andare a vivere nei "Cottages" (fattorie in campagna dove passano le giornate in ozio -mantenuti dallo Stato- e con una relativa libertà) prima di diventare "donatori"; questo infatti è il loro destino sin dalla nascita: sono dei cloni umani creati in laboratorio per donare i propri organi agli umani malati. Nonostante questo i tre amici continuano a vivere con fatalismo e a sperare in un futuro diverso, che permetta loro di trovare un lavoro normale, il vero amore, e magari un rinvio delle donazioni. L'atmosfera però non è più quella spensierata dell'infanzia, e i rapporti fra di loro iniziano a logorarsi sinché dopo un litigio Kathy non decide di abbandonare i cottages e gli amici e diventare "assistente", cioè di occuparsi dei donatori prima di diventarlo lei stessa.

Qualche anno dopo Kathy incontra per caso in ospedale Ruth, ormai donatrice. Dopo qualche difficoltà iniziale le due ragazze recuperano la vecchia amicizia e vanno a trovare Tommy, che nonostante abbia subito già due donazioni sembra stare relativamente bene. Ruth, che ormai sente di essere vicina alla morte si scusa con Kathy per averla sempre tenuta lontano da Tommy, nonostante sapesse che loro due erano sempre stati innamorati l'uno dell'altra, e consegna loro l'indirizzo di "Madame" per chiedere un rinvio alle donazioni. Quando Ruth muore Kathy va a cercare Tommy e diventa sua assistente. I due riescono finalmente a coronare il loro amore, ma sentono che il loro tempo a disposizione sta ormai per finire. Per ottenere un rinvio per Tommy i due ragazzi decidono di rivolgersi alla misteriosa "Madame" di Hailsham, convinti che il loro amore e i bei disegni del ragazzo sarebbero stati sufficienti a convincerla. L'incontro con Madame sarà però una cocente delusione: il loro destino non è modificabile. Scoprono inoltre che Hailsham era parte di un esperimento per dimostrare che anche i cloni hanno un'anima e una sensibilità artistica, ma che nonostante l'esperimento abbia avuto successo il mondo non ha voluto rinunciare alle donazioni e ha deciso di chiudere la scuola. I due ragazzi, rassegnati, lasciano allora la casa di madame e si preparano ad affrontare il loro destino.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Il Time ha giudicato quest'opera come il migliore romanzo del 2005 e l'ha inserito nella lista dei cento migliori romanzi in lingua inglese pubblicati dal 1923 al 2005.[1] Nel 2006 ha vinto la quarta edizione del Premio letterario Merck Serono e nel 2005 è stato finalista al Man Booker Prize. In italiano, vedi: S. Manferlotti, "Lo scacco della scienza per Ishiguro", in S.M., "Dal Mattino. Note per la letteratura 1989-2011", Napoli, Pironti, 2012, pp. 115-16.

Adattamento cinematografico[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Non lasciarmi (film).

Nel 2010 dal romanzo è stato tratto un omonimo film diretto da Mark Romanek e con protagonisti Carey Mulligan, Keira Knightley e Andrew Garfield.[2][3][4][5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b All Time 100 Novels in Time, 16 ottobre 2005. URL consultato il 20 maggio 2010.
  2. ^ Keira Knightley filming Never Let Me Go | Clevedon News, This is Somerset, 7 aprile 2009. URL consultato il 25 aprile 2009.
  3. ^ Crowds gather for a glimpse of Keira, Thisissomerset.co.uk, 16 aprile 2009. URL consultato il 25 aprile 2009.
  4. ^ Ali Jaafar, Tatiana Siegel, Keira Knightley set for 'Never', Variety, 1º marzo 2009. URL consultato il 24 aprile 2009.
  5. ^ Keira Knightley is all smiles on set in Clevedon, Thisissomerset.co.uk, 16 aprile 2009. URL consultato il 24 aprile 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]