Nisio Isin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Nisio Isin (西尾 維新 Nishio Ishin?) (1981) è un fumettista e scrittore giapponese, autore di light novel, celebre soprattutto per le sue opere Zaregoto, Monogatari, Katanagatari e per il manga Medaka Box, adattate anche in anime. Il suo pseudonimo si può trovare frequentemente scritto anche come NisiOisiN, a enfatizzare il fatto che si tratti di un palindromo..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha frequentato e in seguito abbandonato la Ritsumeikan University, senza laurearsi. Esordisce come scrittore nel 2002 con Kubikiri Saikuru, primo volume della saga Zaregoto, con il quale vince il 23º Mephisto Award a soli 20 anni. Collabora con Kodansha per le riviste letterarie Faust e Pandora.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Serie Zaregoto[modifica | modifica wikitesto]

Illustrata da Take, pubblicata fra febbraio 2002 e novembre 2005 da Kodansha, per un totale di nove volumi.

Il protagonista e narratore, un diciannovenne apatico studente universitario soprannominato "Ii" o "Ii-chan", accompagna l'amica ed esperta hacker Tomo Kunagisa ad un raduno di geni su un'isola, organizzato dalla ricca Iria Akagami. Ma quando uno degli ospiti viene trovato decapitato e l'arrivo del detective chiamato ad indagare è previsto solo fra una settimana, Ii si ritrova costretto a indagare e risolvere in fretta il caso.

Nonostante Ii-chan cerchi di rimanere un semplice spettatore degli eventi, finisce poi per essere coinvolto in prima persona nei misteri e delitti incontrati nei vari libri.

  • Kubikiri Saikuru: Aoiro Savan to Zaregoto Tsukai (クビキリサイクル 青色サヴァンと戯言遣い?), pubblicato nel febbraio 2002.
  • Kubishime Romanchisutō: Ningen Shikkaku, Zerozaki Hitoshiki (クビシメロマンチスト―人間失格・零崎人識?), pubblicato nel maggio 2002.
  • Kubitsuri Hai Sukūrū: Zaregoto Tsukai no Deshi (クビツリハイスクール―戯言遣いの弟子?), pubblicato nell'agosto 2002.
  • Saiko Rojikaru (Jou) Utsurigi Gaisuke no Zaregoto Koroshi (サイコロジカル〈上〉兎吊木垓輔の戯言殺し?), pubblicato nel novembre 2002.
  • Saiko Rojikaru (Ge) Hikaremono no Kouta (サイコロジカル〈下〉曳かれ者の小唄?), pubblicato nel novembre 2002.
  • Hitokui Majikarū Satsuriku Kijutsu no Niounomiya Kyoudai (ヒトクイマジカル-殺戮奇術の匂宮兄妹?), pubblicato nel luglio 2003.
  • Nekosogi Rajikaru (Jou) Jūsan Kaidan (ネコソギラジカル〈上〉十三階段?), pubblicato nel febbraio 2005.
  • Nekosogi Rajikaru (Chuu) Akaki Seisai vs. Tounaru Shu (ネコソギラジカル〈中〉赤き征裁vs.橙なる種?), pubblicato nel giugno 2005.
  • Nekosogi Rajikaru (Ge) Aoiro Savan to Zaregoto Tsukai (ネコソギラジカル〈下〉青色サヴァンと戯言遣い?), pubblicato nel novembre 2005.

Serie Ningen[modifica | modifica wikitesto]

Spin-off di Zaregoto e incentrata sul clan Zerozaki. È illustrata da Take e pubblicata da Kodansha. Il primo volume è uscito nel febbraio 2004 mentre l'ultimo pubblicato è uscito nel marzo 2010

  • Zerozaki Soushiki no Ningen Shiken (零崎双識の人間試験?), pubblicato nel febbraio 2004.
  • Zerozaki Kishishiki no Ningen Knock (零崎軋識の人間ノック?), pubblicato nel novembre 2006.
  • Zerozaki Magashiki no Ningen Ningen (零崎曲識の人間人間?), pubblicato nel marzo 2008.
  • Zerozaki Hitoshiki no Ningen Kankei: Nyounomiya Izumu to no Kankei (零崎人識の人間関係 匂宮出夢との関係?), pubblicato nel marzo 2010.
  • Zerozaki Hitoshiki no Ningen Kankei: Mutou Iori to no Kankei (零崎人識の人間関係 無桐伊織との関係?), pubblicato nel marzo 2010.
  • Zerozaki Hitoshiki no Ningen Kankei: Zerozaki Soushiki to no Kankei (零崎人識の人間関係 零崎双識との関係?), pubblicato nel marzo 2010.
  • Zerozaki Hitoshiki no Ningen Kankei: Zaregoto Tsukai to no Kankei (零崎人識の人間関係 戯言遣いとの関係?), pubblicato nel marzo 2010.

Serie Sekai[modifica | modifica wikitesto]

Illustrate da TAGRO. Serie di storie di genere giallo/poliziesche collegate fra loro, ciascuna narrata da un diverso punto di vista.

  • Kimi to Boku no Kowareta Sekai (きみとぼくの壊れた世界?), pubblicato nel novembre 2003.
  • Bukimi to Soboku na Kakowareta Sekai (不気味で素朴な囲われた世界 ?), pubblicato nell'ottobre 2007.
  • Kimi to Boku ga Kowashita Sekai (きみとぼくが壊した世界?), pubblicato nel luglio 2008.
  • Bukimi de Soboku na Kakowareta Kimi to Boku no Kowareta Sekai (不気味で素朴な囲われたきみとぼ?), pubblicato nel dicembre 2008.

Serie Shin Honkaku Mahō Shōjo Risuka[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicato su Faust e illustrato da Kinu Nishimura.

La prefettura di Nagasaki è divenuta un territorio tenuto sotto stretto controllo in quanto popolata da maghi, ritenuti una possibile minaccia per i normali umani. Risuka Mizukura è una bambina di 10 anni in cerca del padre, Shingo Mizukura, il più potente mago vivente. Ad aiutarla nell'impresa e nel guidarla nel mondo umano c'è il suo coetaneo umano Kizutaka Kugi, un bambino che vede Risuka come una pedina da usare per realizzare il suo sogno.

  • Shin Honkaku Mahō Shōjo Risuka (新本格魔法少女りすか?), pubblicato nel luglio 2004.
  • Shin Honkaku Mahō Shōjo Risuka 2 (新本格魔法少女りすか 2?), pubblicato nel marzo 2005.
  • Shin Honkaku Mahō Shōjo Risuka 3 (新本格魔法少女りすか 3?), pubblicato nel febbraio 2007.

Serie JDC Tribute[modifica | modifica wikitesto]

Creato da Ryūsui Seiryōin. Nisio Isin ha contribuito scrivendo due storie ambientate nel setting della serie.

  • Double Down Kanguro (ダブルダウン勘繰郎?), pubblicato nel marzo 2004.
  • Triple Play Sukeakuro (トリプルプレイ助悪郎?), pubblicato nell'agosto 2007.

Serie Monogatari[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicate inizialmente sulla rivista Mephisto e poi rilasciate sotto etichetta Kodansha Box. Illustrate da Vofan.

Bakemonogatari è incentrato su Koyomi Araragi, uno studente liceale del terzo anno che è quasi ritornato completamente umano dopo essere diventato per breve tempo un vampiro. Un giorno, una sua compagna di classe di nome Hitagi Senjōgahara, nota per non parlare mai con nessuno, cade dalle scale finendo tra le braccia di Koyomi. Lui scopre così che il peso della compagna è quasi nullo, sfidando le leggi della fisica. Dopo essere stato minacciato da lei, che non voleva che il suo segreto venisse scoperto, Koyomi le offre il suo aiuto, e la presenta a Meme Oshino, un uomo senza-tetto di mezza età che aiutò in precedenza Koyomi a ritornare umano.

La serie tende ad introdurre una nuova eroina per capitolo, ciascuna coinvolta con un diverso tipo di "apparizione".

Le novel sono state adattate in animazione da Shaft.

  • Bakemonogatari prima parte (化物語 (上)?), pubblicato nel novembre 2006.
  • Bakemonogatari seconda parte (化物語 (下)?), pubblicato nel dicembre 2006.
  • Kizumonogatari (傷物語?), pubblicato nel maggio 2008.
  • Nisemonogatari prima parte (偽物語 (上)?), pubblicato nel settembre 2008.
  • Nisemonogatari seconda parte (偽物語 (下)?), pubblicato nel giugno 2009.
  • Nekomonogatari (猫物語 (黒))?), pubblicato nel luglio 2010.
  • Nekomonogatari (猫物語 (白))?), pubblicato nell'ottobre 2010.
  • Kabukimonogatari (傾物語?), pubblicato nel dicembre 2010.
  • Hanamonogatari (花物語?), pubblicato nel marzo 2011.
  • Otorimonogatari (囮物語?), pubblicato nel giugno 2011.
  • Onimonogatari (鬼物語?), pubblicato nel settembre 2011.
  • Koimonogatari (恋物語?), pubblicato nel dicembre 2011.
  • Tsukimonogatari (憑物語?), pubblicato nel settembre 2012.
  • Koyomimonogatari (暦物語?), pubblicato nel maggio 2013.
  • Owarimonogatari prima parte (終物語 (上)?), pubblicato nell'ottobre 2013.
  • Owarimonogatari seconda parte (終物語 (中)?), pubblicato nel gennaio 2014.
  • Zokuowarimonogatari (続終物語?), verrà pubblicato nel 2014.

Serie Katanagatari[modifica | modifica wikitesto]

Illustrata da Take e pubblicato al ritmo di un volume al mese da gennaio 2007 a dicembre 2007, per un totale di 12 volumi. È stato poi pubblicato uno spinoff intitolato Maniwagatari nel febbraio 2008. È stata poi adattata in una serie OAV dallo studio White Fox nel 2010.

La serie è ambientata nel Giappone del XVIII secolo. Nel corso della sua carriera il fabbro Shikizaki Kiki ha creato 1000 spade: le ultime 12 fabbricate sono ritenute da tutti i suoi capolavori, sia per la loro bellezza che per i loro poteri. A Togame, ambiziosa stratega agli ordini dello Shogun, viene ordinato di trovare le 12 spade. Per farlo la ragazza chiede aiuto a Yasuri Shichika, ultimo erede della scuola Kyotōryū, uno stile che permette al ragazzo di combattere con efficacia a mani nude contro avversari armate di spada.

  • Katanagatari 1: Zettō Kanna (刀語 第一話 絶刀・鉋?), pubblicato nel gennaio 2007.
  • Katanagatari 2: Zantō Namakura (刀語 第二話 斬刀・鈍?), pubblicato nel febbraio
  • Katanagatari 3: Sentō Tsurugi (刀語 第三話 千刀・鎩?), pubblicato nel marzo 2007.
  • Katanagatari 4: Hakutō Hari (刀語 第四話 薄刀・針?), pubblicato nell'aprile 2007.
  • Katanagatari 5: Zokutō Yoroi (刀語 第五話 賊刀・鎧?), pubblicato nel maggio 2007.
  • Katanagatari 6: Sōtō Kanadzuchi (刀語 第六話 双刀・鎚?), pubblicato nel giugno 2007.
  • Katanagatari 7: Akutō Bita (刀語 第七話 悪刀・鐚?), pubblicato nel luglio 2007.
  • Katanagatari 8: Bitō Kanzashi (刀語 第八話 微刀・釵?), pubblicato nell'agosto 2007.
  • Katanagatari 9: Ōtō Nokogiri (刀語 第九話 王刀・鋸?), pubblicato nel settembre 2007.
  • Katanagatari 10: Seitō Hakari (刀語 第十話 誠刀・銓?), pubblicato nell'ottobre 2007.
  • Katanagatari 11: Dokutō Mekki (刀語 第十一話 毒刀・鍍?), pubblicato nel novembre 2007.
  • Katanagatari 12: Entō Jū (刀語 第十二話 炎刀・銃?), pubblicato nel dicembre 2007.
  • Maniwagatari: Maniwa Kōmori I, Maniwa Kuizame I, Maniwa Chōchō I, Maniwa Shirasagi I (真庭語 初代真庭蝙蝠 初代真庭喰鮫 初代真庭蝶々 初代真庭白鷺?), pubblicato nel febbraio 2008.

Serie Densetsu[modifica | modifica wikitesto]

  • Himei Den (悲鳴伝?), pubblicato nell'aprile 2012.
  • Hitsū Den (悲痛伝?), pubblicato nel febbraio 2013.
  • Hisan Den (悲惨伝?), pubblicato nel giugno 2013.
  • Hihō Den (悲報伝?), pubblicato nel novembre 2013.
  • Higō Den (悲業伝?), verrà pubblicato nel 2014.

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Altre opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ningyo ga Ningyo (ニンギョウがニンギョウ?), pubblicato nel settembre 2005.
  • Nanmin Tantei (難民探偵?), pubblicato nel dicembre 2009.
  • Shoujo Fujuubun (少女不十分?), pubblicato nel settembre 2011.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 117817538