Nicolaes Willingh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nicolaes Willingh o Wieling o Wielings o Wielinck (L'Aia, 1640 circa – Berlino, 23 marzo 1678) è stato un pittore, decoratore d'interni olandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era cognato di Anthony de Haen e padre del pittore Pieter Willingh[1].

Nel 1661 entrò a far parte della Confrerie Pictura[1]. Tra il 1664 e il 1665 lavorò alla decorazione del Senato al Binnenhof[1] assieme al suocero Andries de Haen. In particolare Willingh dipinse tutte le figure visibili attraverso oculi contro il cielo dipinto, mentre de Haen si occupò della realizzazione degli elementi decorativi[2]. Nel 1667 fu nominato pittore di corte del principe elettore Federico Guglielmo I di Brandeburgo[1].

Dipinse principalmente soggetti storici, paesaggi, figure e teste[1].

Furono suoi allievi Robbert Duval, Louis Michiel e Augustinus Terwesten[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]