Oculo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Oculo (disambigua).
Oculo del Pantheon

Per oculo si intende, in architettura, una piccola apertura di forma circolare oppure ovale,[1] a volte anche solo dipinta, a scopo decorativo.

Oculo in ferro battuto

Il termine viene assai spesso usato per l'apertura circolare che si può ritrovare alla sommità di una cupola, come nel caso del Pantheon, dove lo scopo di questa apertura era quello di fare entrare aria e luce nella costruzione. Infatti, per il Panhteon si rinunciò ad aperture laterali per poter garantire la stabilità dei muri (che devono portare l'enorme carico della cupola).

L'apertura dell'oculo di una cupola corrisponde, per posizione, a quella della chiave di volta in un arco. Per stabilizzare questo punto critico, l'oculo del Pantheon è rinforzato da tegoloni in bronzo.[2] L'apertura fa sì che la pioggia possa penetrare nell'edificio, per poi passare attraverso una grata e proseguire il suo percorso verso le fognature.[3]

L'uso di oculi intesi come finestrelle rotonde ed ovali ebbe gran fortuna nell'architettura del Barocco e dello stile liberty.

L'oculo si distingue dal rosone principalmente per le dimensioni ridotte.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ G.C. Argan, Storia dell'arte italiana Vol 1, Sansoni, Firenze 1968. Glossario.
  2. ^ luminara
  3. ^ viaggero

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura