Robbert Duval

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jan Weenix, Robbert Duval e Johannes Vollevens, illustrazione in De nieuwe schouburg der Nederlantsche kunstschilders en schilderessen

Robbert Duval, o Robbert Du Val o Roberto van der Aven (L'Aia, 21 settembre 1649L'Aia, 21 gennaio 1732), è stato un pittore, incisore, decoratore d'interni olandese di origine francese[1], del secolo d'oro.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fu allievo di Nicolaes Willingh dal 1663[1][2][3]. Nel 1667 si recò a Berlino come assistente del Willingh[1]. Dal 1668 al 1670 fu a Roma[1][2][3], dove si affiliò alla Schildersbent con il soprannome di Fortuyn[1]. Nel 1671 giunse a Venezia[1][2][3] dove rimase fino al 1681, tranne un soggiorno di circa un anno nel 1677 a Padova con i fratelli Johannes e Jan Gottlieb Glauber[1]. Ebbe un buon successo a Venezia, incontrando le sue opere il gusto degli aristocratici veneziani[3]. Qui poté anche continuare i suoi studi[3].

Nel 1682 ritornò all'Aia dove rimase fino alla morte. Nello stesso anno partecipò alla costituzione dell'Accademia dell'Aia assieme a Willem Doudijns, Theodor van der Schuer (16281707) e Daniel Mijtens II[1]. Sempre nel 1682 fu nominato pittore di corte dello statholder Guglielmo III d'Inghilterra, per cui lavorò alla decorazione del Palazzo di Het Loo e di Hampton Court[1][2]. Nel 1686, 1701 e 1702 fu governatore dell'Accademia dell'Aia e nel 1686-1687 direttore[1][2].

Dipinse principalmente soggetti allegorici, mitologici e ritratti[1].

Furono suoi allievi Samuel Duval[1][2], Pieter Coulers e Hendrik van Limborch[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]