Natural City

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Natural City
Natural City Screenshot.jpg
Una scena del film
Titolo originale Natural City
Paese di produzione Corea del Sud
Anno 2003
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantascienza
Regia Byung-Chun Min
Soggetto Byung-Chun Min
Sceneggiatura Byung-Chun Min
Distribuzione (Italia) Moviemax
Fotografia Byung-Chun Min
Montaggio Min-Ho Kyung
Musiche Jun-Kyu Lee
Interpreti e personaggi

Natural City è un film sudcoreano del regista Byung-Chun Min, distribuito dalla Moviemax e nelle sale italiane dal 28 gennaio 2005. Il sottotitolo della locandina recita: "Finisce l'era di Blade Runner, inizia il mito di Natural City".

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia tratta di due poliziotti, R e Noma, cacciatori di cyborg ribelli. I cyborg effettuano nella società una vasta gamma di compiti, dai cyborg militari alle "bambole", cyborg donna progettati per la compagnia. I cyborg hanno una vita limitata a tre anni, ma sul mercato nero si sviluppa una tecnologia per trasferire l'intelligenza artificiale di un cyborg nella mente di un ospite umano.

Questa invenzione rivoluzionaria porta R a trovare Cyon, una giovane prostituta orfana, che potrebbe servire da ospite per la mente della sua bambola Ria, di cui è profondamente innamorato e a cui restano solo pochi giorni di vita.

Alla fine R dovrà scegliere tra lasciare la colonia con Ria per passare gli ultimi giorni di lei insieme su un pianeta paradisiaco, o salvare i propri amici quando un cyborg da combattimento ribelle si impadronisce dei quartieri generali della polizia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]