Myotis ikonnikovi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Myotis ikonnikovi
Immagine di Myotis ikonnikovi mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.ikonnikovi
Nomenclatura binomiale
Myotis ikonnikovi
Ognev, 1912
Areale

Distribution of Myotis ikonnikovi.png

Myotis ikonnikovi (Ognev, 1912) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nell'Asia nord-orientale e in Giappone.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 36,5 e 51,5 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 30 e 31,8 mm, la lunghezza della coda tra 30 e 38 mm, la lunghezza del piede tra 7,1 e 8,9 mm, circa il 63,3% della tibia e la lunghezza delle orecchie tra 11,4 e 13,4 mm.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Le parti dorsali sono marrone scuro, talvolta con le punte dei peli dorate. Le parti ventrali sono più chiare. Le orecchie sono bruno-nerastre scure, relativamente corte, strette, arrotondate e con la superficie interna densamente ricoperta di peli. Il trago è lungo più della metà del padiglione auricolare, con il bordo anteriore pressoché diritto e quello posteriore convesso. Le membrane alari sono ampie, bruno-nerastre scure e attaccate posteriormente alla base dell'alluce. I piedi sono lunghi più della metà della tibia. Il calcar è sottile e privo di carenatura. Il cranio ha un rostro corto e basso, mentre la scatola cranica è alta ed ampia. Il secondo premolare superiore è parzialmente nascosto dal terzo. Il cariotipo è 2n=44 FNa=52.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia nelle cavità degli alberi e in crepacci. Iberna in luoghi sotterranei. Alcuni esemplari in accoppiamento sono stati osservati anche all'interno di edifici.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti volanti catturati in prossimità del terreno e sui corsi d'acqua all'interno delle foreste.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa sui Monti Altai, in Kazakhstan, nelle regioni del Lago Bajkal e degli Ussuri, nella Russia orientale, Mongolia, nelle province cinesi nord-orientali della Mongolia interna, Heilongjiang, Jilin, Liaoning, Shaanxi e Gansu; Corea del Nord e sull'isola di Sakhalin. È stato recentemente osservato sull'isola di Kunashir, nelle Isole Curili. [4]

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la mancanza di reali minacce, classifica M.ikonnikovi come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Stubbe, M., Ariunbold, J., Buuveibaatar, V., Dorjderem, S., Monkhzul, Ts., Otgonbaatar, M. & Tsogbadrakh, M. 2008, Myotis ikonnikovi in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myotis ikonnikovi in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Smith & Xie, 2008, op. cit.
  4. ^ Kawai K, Tiunov MP, Kondo N, Antipin MA, Boiko VN, Ohtanishi N & Dewa H, Bats from Kunashir and Iturup Island in Biodiversity and biogeography of the Kuril Islands and Sakhalin, Hokkaido university, vol. 4, 2014, pp. 74-81.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • M. Yoshiyuki, A Systematic study of the Japanese Bats, National Science Museum, Tokyo, 1989.
  • Andrew T.Smith & Yan Xie, A guide to the Mammals of China, Princeton University Press, 2008, ISBN 9780691099842.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi