Morti di paura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morti di paura
Titolo originale Scared Stiff
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1953
Durata 108 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Rapporto 1,37:1
Genere comico, musicale
Regia George Marshall
Soggetto Paul Dickey e Charles W. Goddard
Sceneggiatura Herbert Baker e Walter DeLeon
Ed Simmons e Norman Lear (dialoghi addizionali)
Produttore Paramount Pictures
Fotografia Ernest Laszlo
Effetti speciali Gordon Jennings
Musiche Leith Stevens
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Morti di Paura è un film comico del 1953 diretto da George Marshall e interpretato da Dean Martin e Jerry Lewis. È il remake del film La donna e lo spettro, distribuito sempre dalla Paramount Pictures nel 1940, diretto dallo stesso George Marshall e interpretato da Bob Hope, che appare anche in questo film, non accreditato, nel ruolo di uno scheletro insieme a Bing Crosby.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cantante di nightclub, Larry Todd interrompe la sua storia d'amore con una bella showgirl, quando si rende conto che lei è la fidanzata di un gangster molto geloso. Mentre è in fuga, Larry crede erroneamente di uccidere uno dei mafiosi e viene aiutato a sfuggire alla polizia dall'ereditiera Mary Carol, che aiuta Larry e il suo partner di scena Myron a raggiungere Cuba.

Mary ha ereditato un castello che si trova su un'isola e, ignorando avvertimenti e minacce inquietanti, decide di prenderne possesso. Giunti a destinazione, i tre danno la caccia ad un tesoro nascosto e si imbattono in un fantasma, uno zombie ed un misterioso assassino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema