Maslama ibn Ahmad al-Majriti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Abū l-Qāsim Maslama b. Ahmad al-Majriti (in arabo: أبو القاسم مسلمة بن أحمد المجريطي; Madrid, ... – 1008 o 1007) è stato un astronomo arabo musulmano, un alchimista, matematico e studioso in al-Andalus.

Partecipò alla traduzione del Planispherium di Claudio Tolomeo, migliorò le traduzioni esistenti del celeberrimo Almagesto, introdusse e perfezionò le tavole astronomiche di al-Khwarizmi, aiutò gli storici a usare tabelle di concordanza per convertire le date del calendario persiano sasanidi in date dell'Egira e introdusse tecniche di rilevamento topografico e di triangolazione.

Gli viene attribuita la paternità di una parte delle Epistole dei Fratelli della Purità, anche se su questo argomento non c'è unanime consenso e appare anzi improbabile a vari studiosi. Gli viene anche attribuita la paternità del famoso Picatrix.[1][2]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ H. Kahane et alii 'Picatrix and the talismans', in Romance Philology, xix, 1966, p. 575; E.J. Holmyard, "Maslama al-Majriti and the Rutba 'l-Hakim", in Isis, vi, 1924, p. 294.
  2. ^ Un recente studio suggerisce che la paternità della sua opera dovrebbe essere attribuita a Maslama b. Qasim al-Qurtubi (m. 964). Si veda Maribel Fierro, "Bāṭinism in Al-Andalus. Maslama b. Qāsim al-Qurṭubī (d. 353/964), Author of the "Rutbat al- Ḥakīm" and the "Ghāyat al-Ḥakīm (Picatrix)", in Studia Islamica, No. 84, (1996), pp. 87-112.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100277971 LCCN: n88653449