Martiri coreani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santi martiri coreani
Korean martyrs.jpg
Morte tra il 1839 e il 1867
Venerato da Chiesa cattolica
Canonizzazione Seul, 6 maggio 1984
papa Giovanni Paolo II
Ricorrenza 20 settembre
Patrono di Corea

I martiri coreani sono 103 religiosi e laici cattolici martirizzati in Corea tra il 1839 e il 1867.

Del gruppo fanno parte sant'Andrea Kim Taegon, primo presbitero coreano, e san Paolo Chong Hasang, catechista, oltre a tre vescovi e otto sacerdoti missionari, membri della Società per le Missioni Estere di Parigi.

Furono canonizzati da papa Giovanni Paolo II il 6 maggio 1984 a Seul. La memoria liturgica è il 20 settembre.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Chiesa cattolica coreana, fondata nel XVII secolo da alcuni laici, subì le prime persecuzioni alla fine del XVIII secolo.

Dopo l'editto emanato da re Sunjo nel 1802 e le stragi di cristiani che ne seguirono, questi ultimi, rimasti senza guide spirituali, chiesero al papa di avere nuovi sacerdoti; solo nel 1837 però furono inviati il vescovo Lorenzo Imbert e i presbiteri Pietro Maubant e Giacomo Chastan, appartenenti alla Società per le Missioni Estere di Parigi, ma furono martirizzati due anni dopo.

In seguito Andrea Kim Taegon ottenne l'ingresso nel paese di un vescovo e di un sacerdote, e da quel momento la presenza di religiosi cattolici divenne stabile nonostante le persecuzioni, che infuriarono fino al 1866 provocando la morte di più di diecimila martiri[1], 103 dei quali furono beatificati nel 1925 e nel 1968, e successivamente canonizzati nel 1984. Nel 1882 il governo concesse la libertà religiosa.

I nomi[modifica | modifica sorgente]

Elenco dei nomi, con la data e il luogo del martirio:
  • Pietro Yi Ho-yong, laico; 25 novembre 1838, Seul (Corea del Sud).
  • Protasio Chong Kuk-bo, laico sposato; 20 maggio 1839, Seul.
  • Maddalena Kim Ob-i, laica sposata.
  • Anna Pak A-gi, laica sposata.
  • Agata Yi So-sa, laica sposata e sorella di Pietro Yi Ho-Yong.
  • Agata Kim A-gi, laica sposata.
  • Agostino Yi Kwang-hon, laico sposato e catechista.
  • Barbara Han A-gi, laica sposata.
  • Lucia Pak Hui-sun, laica.
  • Damiano Nam Myong-hyok, laico sposato e catechista.
  • Pietro Kwon Tug-in, laico sposato; 24 maggio 1839, Seul.
  • Giuseppe Chang Song-jib, laico sposato; 27 maggio 1839, Seul.
  • Barbara Kim, laica sposata.
  • Barbara Yi, adolescente; 27 maggio 1839, Seul.
  • Rosa Kim No-sa, laica sposata.
  • Marta Kim Song-im, laica sposata.
  • Teresa Yi Mae-im, laica.
  • Anna Kim Chang-gum, laica sposata.
  • Giovanni Battista Yi Kwang-hon, laico e catechista.
  • Maddalena Yi Yong-hui, laica.
  • Lucia Kim Nu-sia, giovane laica.
  • Maria Won Kwi-im, giovane laica; 20 luglio 1839, Seul.
  • Maria Pak K’un-agi, laica.
  • Barbara Kwon Hui, laica sposata.
  • Giovanni Pak Hu-Jae, laico sposato.
  • Barbara Yi Chong-Hui, laica sposata.
  • Maria Yi Yon-Hui, laica sposata.
  • Agnese Kim Hyo-Ch’u, giovane laica; 3 settembre 1839, Seul.
  • Francesco Ch’Oe Kyong-hwan, laico e catechista; 12 settembre 1839, Seul.
  • Lorenzo Maria Giuseppe Imbert, vescovo, Vicario apostolico di Corea.
  • Pietro Filiberto Maubant, sacerdote.
  • Giacomo Onorato Chastan, sacerdote; 21 settembre 1839, Sai-Nam-Hte.
  • Paolo Chong Ha-Sang, laico e catechista.
  • Agostino Yu Chin-Kil, laico sposato; 22 settembre 1839, Seul.
  • Maddalena Ho Kye-Im, laica sposata.
  • Sebastiano Nam I-Gwan, laico e catechista.
  • Giulitta Kim, laica.
  • Agata Chon Kyong-Hyob, laica.
  • Carlo Cho Shin Ch’ol, laico.
  • Ignazio Kim Che-Jun, laico sposato.
  • Maddalena Pak Pong-Son, laica sposata.
  • Perpetua Hong Kum-Ju, laica sposata.
  • Colomba Kim Hyo-im, laica; 26 settembre 1839, Seul.
  • Lucia Kim, laica sposata; settembre 1839, Seul.
  • Caterina Yi, vedova laica.
  • Maddalena Cho, laica; settembre 1839, Seul.
  • Pietro Yu Tae-Ch’ol, adolescente; 21 ottobre 1839, Seul.
  • Cecilia Yu So-sa, laica sposata; 23 novembre 1839, Seul.
  • Barbara Cho Chung-i, laica sposata
  • Maddalena Han Yong-i, laica sposata
  • Pietro Ch’oe Ch’ang-hub, laico sposato e catechista
  • Benedetta Hyong Kyong-nyon, laica sposata e catechista
  • Elisabetta Chong Chong-hye, laica
  • Barbara Ko Sun-i, laica sposata
  • Maddalena Yi Yong-dok, laica; 29 dicembre 1839, Seul.
  • Teresa Kim, vedova laica.
  • Agata Yi, giovane laica; 9 gennaio 1840, Seul.
  • Stefano Min Kuk-Ka, vedovo laico e catechista; 20 gennaio 1840, Seul.
  • Andrea Chong Hwa-Gyong, laico e catechista; 23 gennaio 1840, Seul.
  • Paolo Ho Hyob, laico; 30 gennaio 1840, Seul.
  • Agostino Pak Chong-won, laico sposato e catechista.
  • Pietro Hong Pyong-ju, laico e catechista.
  • Maddalena Son So-byok, laica sposata.
  • Agata Yi Kyong-i, laica.
  • Maria Yi In-dok, giovane laica.
  • Agata Kwon Chin-i, giovane laica sposata; 31 gennaio 1840, Dangkogae.
  • Paolo Hong Yong-ju, laico e catechista.
  • Giovanni Yi Mun-u, laico sposato.
  • Barbara Ch’oe Yong-i, giovane laica sposata; 1º febbraio 1840, Seul.
  • Antonio Kim Song-u, laico sposato e catechista; 29 aprile 1841, Tangkogae.
  • Andrea Kim Taegon, sacerdote; 16 settembre 1846, Sai-Nam-Hte.
  • Carlo Hyon Song-mun, laico e catechista; 19 settembre 1846, Sai-Nam-Hte.
  • Pietro Nam Kyong-mun, laico sposato e catechista.
  • Lorenzo Han I-hyong, laico sposato e catechista.
  • Susanna U Sur-im, vedova laica.
  • Giuseppe Im Ch’i-p’ek, laico sposato.
  • Teresa Kim Im-i, laica.
  • Agata Yi Kan-nan, vedova laica.
  • Caterina Chong Ch’or-yom, laica sposata; 20 settembre 1846, Seul.
  • Pietro Yu Chong-Nyul, laico sposato; 17 febbraio 1866, Pyongyang.
  • Simeone Francesco Berneux, vescovo della Società per le Missioni Estere di Parigi e Vicario apostolico di Corea.
  • Simone Maria Giusto Ranfer de Bretenières, sacerdote della Società Parigina per le Missioni Estere.
  • Pietro Enrico Dorie, sacerdote della Società per le Missioni Estere di Parigi.
  • Bernardo Luigi Beaulieu, sacerdote della Società per le Missioni Estere di Parigi; 7 marzo 1866, Sai-Nam-Hte.
  • Giovanni Battista Nam Chong-Sam, laico; 7 marzo 1866, Seul.
  • Giovanni Battista Chon Chang-Un, laico.
  • Pietro Ch’oe Hyong, laico e catechista; 9 marzo 1866, Nei-Ko-Ri.
  • Marco Chong Ui-Bae, laico, vedovo e catechista.
  • Alessio U Se-Yong, giovane laico; 11 marzo 1866, Seul.
  • Antonio Daveluy, vescovo della Società per le Missioni Estere di Parigi e coadiutore del vicario apostolico di Corea.
  • Martino Luca Huin, sacerdote della Società per le Missioni Estere di Parigi.
  • Pietro Aumaître, sacerdote della Società per le Missioni Estere di Parigi.
  • Giuseppe Chang Chu-Gi, laico e catechista.
  • Luca Hwang Sok-Tu, laico sposato e catechista.
  • Tommaso Son Cha-Son, laico; 30 marzo 1866, Su-Ryong.
  • Bartolomeo Chong Mun-ho, laico.
  • Pietro Cho Hwa-so, laico sposato, padre di Giuseppe Cho Yun-ho.
  • Pietro Son Son-j, laico sposato e catechista.
  • Pietro Yi Myong-so, laico sposato.
  • Giuseppe Han Won-so, laico e catechista.
  • Pietro Chong Won-ji, giovane laico sposato; 13 dicembre 1866, Tiyen-Tiyon.
  • Giuseppe Cho Yun-ho, giovane laico e catechista, figlio di Pietro Cho Hwa-so; 23 dicembre 1866, Tiyen-Tiyon.
  • Giovanni Yi Yun-Il, laico sposato; 21 gennaio 1867, Daegu.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Santi Martiri Coreani

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]