Lingue pahari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingue pahari (पहाड़ी)
Parlato in IndiaIndia, (Uttarakhand, Himachal Pradesh, Punjab, Jammu e Kashmir, Sikkim, West Bengal; NepalNepal; PakistanPakistan (Azad Kashmir);
CinaCina, Tibet
Parlato in Himalaya
Scrittura Alfabeto devanagari
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue indoiraniche
  Lingue indoarie
   Zona settentrionale
    Lingue pahari
Suddivisioni Pahari orientale
Pahari centrale
Pahari occidentale

Le lingue pahari (पहाड़ी (Devanagari) da pahar 'montagna') sono un gruppo di lingue indoarie, appartenenti alla famiglia linguistica indoeuropea, parlate nella zona himalayana, dal Nepal ad est fino agli stai indiani dell'Uttarakhand, Himachal Pradesh e Jammu e Kashmir ad ovest.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Le lingue pahari possono essere distinte in tre gruppi geograficamente delimitati[1]: [tra parentesi quadre il codice di classificazione internazionale linguistico]

Secondo alcune classificazioni le due lingue pahari centrali non possono essere considerate appartenenti ad un unico ceppo e quindi le collocano in due rami diversi ognuno formato da una sola lingua.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ethnologue.com
  2. ^ È la scelta di Ethnologue

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]